Gossip

Hailey Bieber: “Ecco perché io e Justin continuavamo a rimandare le nozze”

Beatrice Trinci
7 Febbraio 2020

Una storia d’amore sbocciata lentamente, tra tira e molla, ex ingombranti e attese infinite. Hailey e Justin Bieber si sono conosciuti per la prima volta nel 2010, in occasione di un meet & greet del cantante, per poi perdersi di vista e ritrovarsi a distanza di anni. Precisamente nell’estate 2018, quando si sono frettolosamente fidanzati, per poi convolare a nozze nel palazzo di giustizia di New York il 13 settembre dello stesso anno.

Una decisione improvvisa, che aveva lasciato spazio alle sentite intenzioni della giovane coppia di organizzare un secondo, grande matrimonio, dove anche amici e parenti potessero partecipare. Le voci maligne, però, li avevano dati per spacciati a causa delle numerose scuse usate dai neo-coniugi Bieber per ritardare il grande passo: dalla stagione sbagliata al periodo di forte stress, fino alla mancata disponibilità degli ospiti più importanti.

Ora Hailey Baldwin ha finalmente svelato in un’intervista a Elle il reale motivo per il quale i due hanno lasciato passare un anno tra il primo e il secondo : “Quando ci siamo sposati la prima volta, stavamo ancora cercando di capire la nostra vita insieme. Sentivo che mettere in mezzo un matrimonio sarebbe stato frenetico e stressante”. Non solo: in quello stesso anno Justin Bieber ha scoperto di avere il morbo di Lyme, una malattia autoimmune che causa forte stanchezza, nonché alterazioni neurologiche e cardiache. “Era molto malato, immerso in terapie e cure mediche di ogni genere – ha continuato la modella – All’epoca non avevamo la diagnosi ed è stata dura perché tutti dall’esterno giudicavano senza sapere, dicendo che sembrava che fosse dipendente da droghe, mentre in realtà soffriva molto e non ne conosceva il motivo”. Solo una volta arrivata la diagnosi, la pop star canadese è riuscita a riprendere in mano la propria vita, seguendo i giusti cicli di cure e conquistando con successo l’altare.

Insomma, fortunato Justin che al suo fianco può vantare una metà così dolce e paziente – e che mette da parte il lavoro per restare al suo fianco. In salute e in malattia, ci sembra il caso di dire. “Mio marito andrà in tour nel 2020 – ha concluso – e io sarò con lui. Sono entusiasta per questa nuova parte di vita, essere la partner di qualcuno è divertente”.

 

 

 



Potrebbe interessarti anche