News

Haute Couture al via: tutto quello che c’è da sapere

Martina D'Amelio
28 Giugno 2019

La sfilata di Valentino Haute Couture SS19

Dopo il mese dedicato alla moda uomo, il mondo fashion ora pensa all’Alta Moda: dal 30 giugno al 4 luglio, Parigi ospita la settimana dell’Haute Couture autunno-inverno 2019/2020. Ecco le anticipazioni di ciò che vedremo in passerella.

Ben 34 sfilate, con l’ultimo giorno dedicato all’Haute Joaillerie: il calendario della Fédération de la Haute Couture et de la Mode parla chiaro. Se la prima giornata è dedicata ai nomi emergenti come Aelis (dell’italiana Sofia Crociani) e Maurizio Galante, lunedì 1 luglio si parte con Schiaparelli: cresce l’attesa per la collezione Couture, la prima da quando è entrato a far parte della Maison il nuovo direttore creativo Daniel Roseberry. A seguire i grandi nomi come Christian Dior e gli habitué dell’Alta Moda, Antonio Grimaldi e Raph&Russo, mentre in serata sarà la volta di Giambattista Valli, che opta per un’exhibition al posto della canonica sfilata. Lo stilista ha fatto sapere che si tratterà di una mostra nei saloni dell’hotel Shangri-La, un vero e proprio viaggio emozionale che ripercorrerà il suo percorso creativo. Il 2 luglio i protagonisti saranno Chanel al mattino, Giorgio Armani Privé e Givenchy (alla seconda prova con l’Alta Moda) alla sera, inframezzati da big della Couture del calibro di Alexis Mabille e Alexandre Vauthier. Il 3 luglio apre Maison Margiela, seguito da Elie Saab, Jean Paul Gaultier, Zuhair Murad, Viktor&Rolf e, in chiusura, Valentino, che si prepara ad ospitare anche un gran ballo con l’evento Born in Roma all’ambasciata d’Italia nella Ville lumière per festeggiare il lancio della nuova collezione di profumi realizzati con l’Oréal.

Grande assente, Balmain che dopo essere tornato in passerella con l’Haute Couture a febbraio abbandona la manifestazione parigina. Al debutto invece Julie de Libran con la linea che porta il suo nome (la designer ha lasciato di recente il suo ruolo di direttore creativo da Sonia Rykiel, per cui lavorava dal 2014). E se vi state chiedendo che fine ha fatto Fendi, tranquilli: la Maison si prepara a sfilare in Italia, a Roma, con una collezione Couture omaggio a Karl Lagerfeld, proprio il 4 luglio negli spazi del tempio di Venere (ultimo giorno della Paris Haute Couture Week).

Per chi non potrà partecipare alle sfilate, andrà in scena la mostra “Azzedine Alaïa: Une autre pensée sur la mode – La collection Tati” ospitata nella Galerie Azzedine Alaïa e pronta al lancio in concomitanza con la manifestazione (e aperta fino a gennaio 2020). Giusto perché di fashion non se ne ha mai abbastanza.



Potrebbe interessarti anche