Woman

Haute Couture: i dettagli must see sulle passerelle di Parigi

Luca Antonio Dondi
9 luglio 2018

Il finale della sfilata haute couture Fall 2018 di Valentino

È giunta al capolinea, a Parigi, la settimana dell’haute couture che tra location lussuose, abiti principeschi e accessori stravaganti ha fatto parlare di sé nei giorni scorsi con le collezioni per l’autunno-inverno 2018/2019.

La settimana di alta moda parigina è l’ultimo baluardo del fashion system poiché mostra un lato della moda in cui si esprime al meglio la sartorialità e l’artigianalità delle Maison più prestigiose, l’abilità di creare abiti all’avanguardia senza mai rinnegare l’heritage tramandato dal passato e la genialità nel progettare capi che spesso si avvicinano ad autentiche opere d’arte. A differenza del prêt-à-porter in cui, in fondo, sono anche le vendite ad indirizzare le collezioni, l’haute couture può ancora permettersi il lusso di far sognare, stupire e meravigliare.

Dalla collezione-tributo di Clare Waight Keller a Hubert de Givenchy alla purezza degli abiti di Maria Grazia Chiuri per Christian Dior, dallo stile “come una volta” firmato Armani Privé alla stravaganza di John Galliano per Maison Margiela: se i capi di queste collezioni sono già diventati storia, forse vi saranno sfuggiti alcuni piccoli elementi degni di nota. Tra preziosi ricami e sofisticati accessori, ecco 10 dettagli che ci hanno fatto sognare alla Paris Couture Week.

  • It Bag – Direttamente dallo spazio, la clutch a forma di mezza luna di Schiaparelli tempestata di cristalli è il nuovo oggetto del desiderio.

  • Ricami – Fili dorati per broccati sontuosi impreziosiscono gli abiti dell’alta moda firmata Valentino con ricami finissimi che alludono a scene della mitologia greca.

  • Beret – La donna parisienne di Christian Dior non rinuncia al tradizionale basco, reso più misterioso grazie all’aggiunta della veletta.

  • Pelliccia – Chi meglio di Fendi per stupire con intarsi di pelliccia che creano giochi di colore e texture dall’incredibile morbidezza su capispalla e abiti.

  • Paillettes – Migliaia di paillettes che si perdono a vista d’occhio sugli abiti d’alta moda di Chanel a dimostrare una precisa abilità sartoriale che non cessa di perdere valore con il passare del tempo.

  • It Shoes – Le delicate piume di struzzo arricchiscono le décolleté di Giambattista Valli: très chic.

  • Piume – Le piume che creano il sofisticato scalda cuore di Givenchy sono il risultato di mani pazienti e lavorazioni minuziose.

  • Sunglasses – Maison Margiela si proietta nel futuro e crea occhiali da sole che strizzano l’occhio alle apparecchiature moderne per simulare la realtà virtuale.

  • Bijoux – Cascate di perle e perline che scivolano a ripetizione sul petto sotto forma di colorati collier sulla passerella di Armani Privé.

  • Layers – Le forme sinuose delle linee futuristiche di Iris Van Herpen caratterizzano gli abiti che sembrano un agglomerato di layers dalla geometria organica.

 


Potrebbe interessarti anche