Beauty

HiMirror: arriva lo specchio della verità in versione 2.0

Beatrice Trinci
9 Gennaio 2019

“Specchio, specchio delle mie brame”… da bambine chi non ha rivolto almeno una volta questa domanda allo specchio di casa, sperando di ottenere una valida risposta? Ora la fiaba diventa realtà con HiMirror, una superficie riflettente interattiva e dotata di intelligenza artificiale, che promette di raccontarvi tutta – ma proprio tutta – la verità.

È infatti previsto questo mese il lancio di questo speciale specchio smart, altamente tecnologico, che potrebbe rivoluzionare il concetto di bellezza a cui siamo abituate. Come? HiMirror sarà in grado di scansionare ogni tipo di pelle, determinandone i bisogni e individuando il trattamento skincare ideale per ognuno. Dotato di schermo LCS da 14 pollici e fotocamera ad alta risoluzione, HiMirror proporrà tutorial ad personam per ottenere informazioni sui diversi articoli e su come utilizzarli, indicando i prodotti beauty più adatti per combattere le piccole imperfezioni cutanee, come ad esempio rughe, occhiaie, discromie e punti neri.

Un assistente di bellezza virtuale, insomma, con cui poter parlare e interagire, e che di giorno in giorno raccoglierà informazioni sullo stato di salute della vostra pelle tenendo memoria delle vostre necessità e dei vostri desideri per proporvi una consulenza sempre più personalizzata.

Detta così sembra una favola, ma il risvolto della medaglia dà da pensare. Il dispositivo sarà gradualmente inserito all’interno di selezionati store per aiutare i team beauty nella scelta dei migliori trattamenti per le clienti. Ma sarà possibile anche acquistarlo per casa, per la gioia di tutte le skincare addicted. E se da un lato avere a disposizione qualcuno (anzi qualcosa) sempre pronto a sfornare nuovi tips e consigli di bellezza potrebbe rivelarsi un vero asso nella manica, dall’altro forse non proprio a tutti può giovare un beauty device che sottolinea ogni minimo difetto estetico, spingendoci continuamente verso la ricerca di una presunta perfezione.

La scelta è vostra: siete abbastanza self confident da convivere con la bocca – o meglio lo specchio – della verità?

 



Potrebbe interessarti anche