Leggere insieme

Hurra, Eberhard Wutz ist wieder da!

Marina Petruzio
26 maggio 2018

Hurra, Eberhard Wutz è tornato! – nella traduzione questo il titolo in italiano – sempre di Tatjana Hauptmann per Diogenes Verlag. In realtà non lo è ancora, tornato dico, ma oggi abbiamo forse la speranza di ritrovarlo quanto prima in libreria accanto a Un giorno nella vita di Dorothea Sgrunf appena dato alle stampe dalla neonata LupoGuido editore e già in ristampa e che oggi la giuria della 37esima edizione del Premio Andersen 2018 per la letteratura dell’infanzia ha voluto salutare conferendogli l’ambito premio nella categoria miglior libro mai premiato con la seguente motivazione: “Per farci riscoprire, a distanza di molti anni, un piccolo, godibilissimo capolavoro. Per l’intatta originalità di un’opera dove le soluzioni grafiche e cartotecniche diventano brio e spontaneità, scoperta e incanto. Per un’implicita e serena riflessione attorno agli affetti familiari”. Un ritorno più festoso dopo tanta assenza non si potrebbe, e non si poteva certo, immaginare!

E poi chissà com’è, chissà come non è, un giorno sulla targhetta in ottone, quella appena sopra il campanello di quell’esterno di casa che già tanto parla di Dorothea, laddove inciso in un corsivo rotondo, per esteso, appariva solo il suo nome, Dorothea Wutz, ora Sgrunf, oggi quella stessa targhetta reca incise due iniziali: E. & D Wutz…

Del tempo sicuramente ne è passato, la piantina appoggiata sul davanzale interno, che si scorge dalla piccola finestra ben ornata, non è la stessa e se sbirciamo, approfittando della porta socchiusa, all’interno di casa Sgrunf ecco che anche la disposizione dei quadri ha subito un mutamento…

Era forse Eberhard Wutz l’oggetto della preoccupazione del piccolo porcello, nonchè il soggetto preferito dalla sua cerbottana in quel lontano giorno nella vita di Dorothea Wutz von Sgrunf? Era forse Eberhard quel porcello in completo gessato, blu chiaro, in quel giorno di fresco di lana da ombrello, si china e bacia la mano a Dorothea? Poteva forse essere quello un giorno speciale mascherato da Tea in famiglia?

Di tempo certo ne è passato e come quello spazio bianco che sta tra due vignette, in un albo senza testo ognuno metterà il suo per far sapere come E. & D siano arrivati là, assieme, incisi sulla targhetta sopra il campanello. Quel che è importante qui è sapere che Eberhard è tornato. Carico di bagagli è sbarcato da una grande nave da crociera ancora in tenuta da caccia grossa: sahariana khaki, elmetto è una sciarpa leggera di quelle che nel deserto servono a coprire naso e bocca durante le tempeste di sabbia. Non sfuggirà certo ai lettori quella stessa tonalità di colori che lega indissolubilmente le vesti dei tre che si rincontrano sul molo.

La riunione è chiaro oggi non è certo per un Tea in famiglia, Eberhard è stato assente lungamente e torna carico di doni, souvenir e amenità assortite e con quel suo proiettore incanterà tutti.

Certo, alcuni particolari non sono trascurabili e lo sguardo di terrore e di scampato pericolo quando da una delle tante valige appaiono dei mutandoni da odalisca tg 56 sul grugno di nonno e nipote non passa inosservato, così come il malizioso sorrisino di Dorothea e quel rossore che tinge le gote di Eb. quando riappare a mutandoni indossati… Per il restante tempo la serata scorre tranquillamente nel divertimento generale sulla prima diapositiva che vede Eb. in cabina sotto coltri spesse soffrire il mal di mare, la intaciuta gelosia di Do. per la ballerina di danza del ventre e lo sguardo estasiato di Eb. E poi finalmente succede quel che tutti si auspicano in queste situazioni, la pellicola si rompe, il proiettore si arresta ronfando e la luce si riaccende.

Da lettori, avendo amato l’opacità della carta sulla quale è stampata Dorothea, avremmo volentieri rinunciato alla luce emanata dalla patinata usata per Eberhard ma contiamo, fiduciosi, su una nuova e più attenta pubblicazione.

 

Hurra, Eberhard Wutz ist wieder da!
albo senza testo illustrato ideato e illustrato da Tatjana Hauptmann
edito Diogenes, 1979 Zurigo
euro 16,42
età di lettura dai 5 anni


Potrebbe interessarti anche