Sport

I miti del tennis si sfidano a Roma agli Internazionali d’Italia

Alessandro Cassaghi
13 Maggio 2019

Sono partiti gli “Internazionali d’Italia”, il torneo di tennis che quest’anno ha riunito campioni unici del tennis maschile come Rafa Nadal, Novak Djokovic, il nostro Fabio Fognini (reduce dalla bella vittoria nel torneo di Montecarlo) e tante atlete bravissime come Serena Williams, Elina Svitolina e Simona Alep.

Le finali del torneo si disputeranno domenica 19 maggio, ora non ci resta che scoprire qualche curiosità sul torneo della Capitale!

L’inizio: tutto partì nel 1930. Gli Internazionali d’Italia hanno preso il via nel 1930, quando si tenne il torneo al Tennis Club Milano di via Arimondi, il tutto grazie alla passione del conte Alberto Bonacossa. Cinque anni più tardi il torneo cambia “location” passando al Foro Italico di Roma, dove si svolge attualmente. Dal 1936 al 1949 i campionati non furono disputati per via della lunga sosta bellica, per riprendere ininterrotti fino ad oggi.

Non solo Roma: quando il torneo cambiò location. Oltre agli anni in cui gli Internazionali si tennero a Milano, ci sono state altre occasioni in cui non si è giocato al Foro Italico di Roma. I tennisti si sfidarono infatti allo Sporting di Torino nel 1961, in occasione dei festeggiamenti del Centenario dell’Unità d’Italia. Nel 1980, invece, le tenniste giocarono al circolo Junior Tennis di Perugia; cinque anni più tardi a Taranto, all’Italsider.

Gli ultimi anni: il dominio assoluto di Rafael Nadal. Chi meglio dello spagnolo Rafa Nadal, vero “cannibale” della terra rossa, può essere il dominatore del torneo di Roma? Basti sapere che negli ultimi 14 anni, Nadal ha conquistato la vittoria finale in ben 8 edizioni, ed in altre 2 è arrivato a giocarsi la vittoria in finale, tra l’altro perdendo entrambe le volte contro Novak Djokovic, il tennista serbo che a sua volta ha baciato la coppa 4 volte. Che anche la finale di quest’anno possa essere un bel match Nadal contro Djokovic? Nel torneo femminile, invece, da due anni assistiamo sempre alla stessa finale, quella tra Elina Svitolina e Simona Halep. Sarà tris quest’anno?

Un trofeo “sfortunato” per i nostri atleti italiani. Anche se gli Internazionali si svolgono nella nostra Capitale, purtroppo gli atleti italiani non hanno avuto molta fortuna. Almeno, finora! Già, perché i nostri atleti hanno trionfato sporadicamente: il primo fu Emanuele Sertorio nel 1933, l’anno successivo toccò a Giovanni Palmieri. Calma piatta per gli italiani fino al 1955, quando alzò al cielo il trofeo Fausto Gardini. Il mito Nicola Pietrangeli vinse due volte, nel 1957 e nel 1961, confermandosi uno dei migliori tennisti italiani di sempre. Adriano Panatta trionfò nel 1976. Nel doppio, il 1991 vide laurearsi campioni Omar Camporese e Goran Ivanisevic.

E le tenniste italiane? Minor fortuna hanno avuto, purtroppo, le atlete del nostro Paese rispetto ai colleghi maschi. Lucia Valerio trionfò agli Internazionali nel 1931, prima di un lungo periodo di vittorie straniere. In seguito, vinse l’italiana Annelies Bossi nel 1950, 35 anni più tardi, nella storica edizione che si tenne a Taranto, Raffaella Reggi alzò al cielo la coppa. Il più recente trionfo, nel 2012, seppur nel doppio, appartiene invece alla coppia Errani-Vinci.



Potrebbe interessarti anche