Travel

I mondi di Hayao Miyazaki diventano realtà in Giappone, al Ghibli Park

Clarissa Monti
29 Agosto 2019

Hayao Miyazaki

I fan di Hayao Miyazaki possono gioire: un theme park dello Studio Ghibli si farà, e presto.

Le voci di un parco divertimenti interamente brandizzato – in stile Disnayland – e dedicato alle fantasmagoriche creazioni del celebre regista e animatore circolano ormai da diversi anni, più precisamente dal 2017; ora però la notizia è ufficiale e arrivano sempre più dettagli. ivermectin for air sac mites

A quanto pare il parco verrà realizzato entro il 2022, ovviamente in Giappone, e più precisamente nella città di Nagakute (Prefettura di Aichi): sorgerà infatti all’interno dell’Expo 2005 Aichi Commemorative Park portando alla realtà i celebri film del maestro.

Ci saranno diverse attrazioni grazie a cui potersi immergere completamente nelle atmosfere incantate dei lungometraggi animati di Miyazaki, da “La Principessa Mononoké” a “Il viaggio di Chihiro”, da “Ponyo sulla scogliera” a “Il mio vicino Totoro”. All’interno del parco non ci saranno infatti solo giochi, giostre e montagne russe, ma verranno regolarmente organizzati grandi show e sarà possibile visitare la ricostruzione dei set cinematografici dello Studio Ghibli.

In particolare, l’area sarà inizialmente focalizzata su tre grandi zone: la Youth Hill, in parte basata sulle architetture de “Il castello errante di Howl”, Dondoko Forest, ispirata a “Il mio vicino Totoro” e infine la Great Ghibli Warehouse. Ma non mancherà spazio anche per il Mononoke Village, con il villaggio dell’antico popolo degli Emishi e l’imponente città del ferro, e la Valley of The Witch, in cui (ri)scoprire “Kiki – Consegne a domicilio”: queste ultime attrazioni però verranno realizzate in seconda fase e probabilmente dovremmo attendere qualche anno prima di potercele godere.

Una particolarità assolutamente green di tutto il progetto? stromectol prix en pharmacie Il Ghibli Park si estenderà su un’area verde di 200 ettari e verrà costruito nel pieno rispetto dell’ambiente – senza abbattere un solo albero della zona e con una preferenza per l’utilizzo di energie rinnovabili – proprio in omaggio alla vocazione ecologista che da sempre caratterizza Hayao Miyazaki.

Nell’attesa che il Ghibli Park diventi realtà non resta che vedere e rivedere tutti i film ormai cult e pianificare un bel viaggio in Giappone!