News

I nuovi Geni di Moncler

Martina D'Amelio
7 Febbraio 2019

È passato un anno dal debutto del progetto Moncler Genius e ora la casa di moda è pronta a un ulteriore passo avanti, sempre restando fedele al proprio motto: one house, different voices.

La Maison di Remo Ruffini infatti si prepara ad accogliere nuove menti creative: si tratta di Richard Quinn e Matthew Williams di 1017 ALYX 9SM, mentre Veronica Leoni e Sergio Zambon condividono ora la guida di Moncler 1952. I nuovi Geni di Moncler.

Moncler Genius è allo stesso momento un insieme di menti creative e un luogo di ispirazione. Ogni Genius opera individualmente e tutti interpretano l’identità di Moncler. Ambienti diversi ospitano visioni creative differenti. Tutte partecipano nel dare forma al messaggio globale di Moncler e il Moncler Genius Building è la loro casa. Ora anche per i nuovi arrivati”, afferma il presidente e ceo.

Le visioni dei designer appena approdati in casa Moncler verranno svelate a Milano il 20 febbraio nel corso di Milano Moda Donna, con un evento in cui saranno presentate non solo le collezioni di Sergio Zambon e Veronica Leoni per Moncler 1952, Matthew Williams di 1017 ALYX 9SM e Richard Quinn, ma anche le linee di Pierpaolo Piccioli & Liya Kebede, Sandro Mandrino per Moncler Grenoble, Simone Rocha, Craig Green, Fragment Hiroshi Fujiwara, Palm Angels Francesco Ragazzi e Poldo Dog Couture.

Uno show multiplo dove le varie collezioni per l’autunno-inverno 2019/2020 dialogheranno tra loro come di consueto mostrando la visione di ciascun designer, per poi essere svelate nei negozi singolarmente con un calendario articolato in iniziative mensili.

La novità di quest’anno? Nell’ambito del progetto di promozione delle aree metropolitane inesplorate Moncler, in collaborazione con la città di Milano, domenica 24 febbraio aprirà le porte del Moncler Genius Building anche anche al pubblico. Un palazzo sempre più grande, sempre più inclusivo.

 

 



Potrebbe interessarti anche