Woman

I peggiori look della Mostra del Cinema di Venezia 2016

Martina D'Amelio
7 settembre 2016

copertina-salemi-mello-spacco-peggiori-look-venezia-2016

Non solo Cannes. Anche sul red carpet del Festival del Cinema di Venezia sfilano clamorose cadute di stile: look sbagliati, abbinamenti paradossali e abiti di dubbio gusto contagiano le star della 73esima edizione.

Le scelte delle dive – nostrane e non – quest’anno sono decisamente discutibili. Tra gli outfit improbabili visti in Laguna, moltissimi non rendono giustizia alla naturale bellezza di attrici e starlette. Colpa di spacchi davvero troppo osè, accessori e mise da circo che nulla hanno a che vedere con il dress code all’insegna dell’eleganza richiesto dall’occasione.

Siete curiosi di scoprire a chi va il Leone d’oro per la proverbiale mancanza di charme? Direttamente dal tappeto rosso, ecco i look peggiori della Mostra del Cinema di Venezia 2016.

  • …e il vano tentativo di copiare Bella Hadid a Cannes 2016 di Giulia Salemi.

  • La cantante Lola Ponce mostra tutta la sua eleganza con un abito (trasparente) d’ispirazione flamenco: a rubare la scena, le coulottes total black.

  • Marina Ripa di Meana arriva a Venezia sfoggiando una tuta a righe black&white, boa di piume, cinturone e guanti abbinati rosso fuoco. Un richiamo al red carpet o alle scarpe (improponibili) di Carlo?

  • La splendida attrice Alicia Vikander si mortifica in un abito di Prabal Gurung perfetto per un safari, ma inadatto a un’occasione importante come la Mostra del Cinema.

  • La modella Eva Herzigova è sempre bellissima, ma questa volta toppa sul red carpet: troppe trasparenze finto-angeliche per l’abito di Philosophy by Lorenzo Serafini, per non parlare della mantella di pelo abbinata.

  • Belen Rodriguez arriva a Venezia con un abito total pink di Alberta Ferretti: sarà che siamo abituati alla vista delle sue splendide gambe, ma il look a metà tra matrona e odalisca non convince.

  • Paola Ferrari sfoggia un abito asimmetrico rosso da bomba sexy e lo abbina a sandali neri con plateau. Il risultato? Un trionfo di cattivo gusto.

  • L’attrice statunitense Ashley Greene è sempre bellissima, ma il long dress a suon di righe e pizzi sfoggiato sul red carpet di “In Dubious Battle” non le rende giustizia: si salva solo il maxi orecchino.

  • L’abito (bellissimo) di Giorgio Armani Privè mette in mostra i (pochi) punti critici dell’attrice inglese Gemma Arterton.

  • Dove starà andando Amy Adams con questo abito daywear di Fendi? Ovvio, al photocall di “Arrival”. Una scelta sbagliata: per l’occasione, s’intende.

  • La greca Ria Antonionu opta per un abito vedo-non-vedo ricoperto di lustrini. Raffinatissimo.

  • Tatiana Luter svilisce l’abito in velluto di Luisa Beccaria abbinandolo a scarpe dal maxi plateau di dubbio gusto.

  • Mix di tappezzerie per l’attrice Francesca Valtorta, che sfoggia sul red carpet un look decisamente da dimenticare.

  • Valentina Lodovini scambia il tappeto rosso di Venezia per la passerella di una nave. Inadeguata, anche per salpare.

  • La modella Eva Riccobono sbaglia gli abbinamenti sul red carpet: il vestito le dona, ma le scarpe e la borsa sono decisamente fuori posto.

  • In e out per “The Bad Batch”: da un lato la protagonista Suki Waterhouse, in uno splendido abito di Dolce e Gabbana, dall’altro la regista Ana Lily Amirpour con scarpe da ginnastica e cappellino in tinta.

  • La showgirl Caterina Balivo arriva a Venezia: passino i capelli dalle sfumature fucsia, ma vogliamo parlare della maxi pochette abbinata e del copricapo? Scelte imperdonabili per chi, come lei, dispensa consigli di stile in tv.

  • Dulcis in fundo: lo spacco a dir poco inguinale dell’abito Manzini Fashion di Dayane Mello…


Potrebbe interessarti anche