Destinazioni

Inarrestabile Cina

Barbara Micheletto Spadini
4 ottobre 2012

Shanghai, Pechino, Hong Kong, l’intero continente asiatico cresce e guarda al futuro con una grande energia. Basta affacciarsi sul Bund a Shanghai, sul Central District di Hong Kong, sulla Xidan Area o sulla Wangfujing Street di Pechino per rendersi conto di una ricchezza in continuo aumento.
Altri volti di una Cina in costante evoluzione i centri emergenti Tianjin, Dalian, Guangzhou, Shenzhen, Hangzhou, Chongqing.
Tanto a Shanghai quanto a Hong Kong e a Pechino ogni giorno aprono nuovi ristoranti, alberghi, shopping mall, tutti all’insegna del lusso. E, se l’occidente alterna piccole accelerate a brusche frenate, in questa parte di mondo le cose accadono ancora.

Shanghai é un misto intrigante di Haipai,  ossia il modernismo cinese (conosciuto anche come lo stile Shanghai), derivato dall’uso dell’acciaio e del cristallo dei grattacieli di Pudong, contrapposto ai lilong, quartieri tradizionali che vertono in condizioni di estrema arretratezza (nelle case spesso manca addirittura l’acqua corrente). Aggiungete una componente di edifici Déco, che costituiscono un patrimonio secondo solo a Miami. Così si presenta la città, considerata una contraddizione vivente, divisa geograficamente in due parti dal fiume Huangpu: una é Puxi, a ovest del fiume, e l’altra é Pudong, a est. Otto ponti, sei tunnel e cinque linee della metropolitana ne collegano i due lati (per visitare Shanghai affidatevi a: www.viaggidiarchitettura.it).

Pechino, capitale della Repubblica Popolare cinese, é il centro politico, culturale e di scambio internazionale del paese. Questa capitale d’Oriente vanta numerosi siti di interesse storico come la Città Proibita, il più grande complesso di edifici del suo genere al mondo, la Grande Muraglia, nota per essere una delle otto meraviglie del mondo, il Tempio del Cielo, il più grande tempio per onorare il Cielo, le tombe Ming, il più compatto gruppo tombale imperiale della Cina; il Palazzo d’Estate e molti altri luoghi meravigliosi (per visitare Pechino affidatevi a: www.chinasia.it).

Hong Kong merita un capitolo a parte. Costituita dall’isola omonima, da Kowloon, dai Nuovi Territori sul Continente e da altre 235 isole, Hong Kong é il paradiso dello shopping e una città cosmopolita. La visita della città può iniziare dal panorama che si gode arrampicandosi con un caratteristico tram-funicolare rosso fino al Victoria Peak, il punto panoramico da cui lo spazio abbraccia tutto lo skyline. Una bella passeggiata é quella che si fa sulla Avenue of Stars, strada che rende omaggio alla storia del cinema orientale con sculture, impronte celebri, chioschi a tema, e che offre suggestivi scorci sulla città. Con un ferry si può raggiungere l’isola di Lantau, dove si trovano belle spiagge ma, soprattutto, lo spettacolare monastero di Po Lin con la statua del Buddha gigante. Chi ama i parchi a tema non può perdersi una giornata all’Ocean Park, tutto dedicato al mondo dell’acqua, ma dove si assiste anche a spettacoli di acrobati e di danze cinesi.

SHANGHAI:
Shopping: passeggiando tra Fu Xing Xi Lu e Yong Fu Lu si scoprono la città vecchia e le nuove tendenze della moda e del design cinese. Altra strada per chi è alla ricerca di curiosità è Taiking Lu, piena di studi e negozi di creativi. 1933 Building (29 Shajing Lu) è un magazzino art déco trasformato in shopping center. Sideways (144 Xinle Lu) è il paradiso degli amanti del vintage.
Hotel: l’Hotel Peninsula (www.peninsula.com), arredato in stile déco ha una vista unica sul Bund, Pudong e il fiume Huangpu. L’Hotel G (www.hotel-g.com), nel cuore vibrante della città, é un luxury boutique hotel di design. The Portman Ritz Carlton offre camere lussuose, una meravigliosa Spa e ben sei ristoranti (www.ritzcarlton.com).
Food: Jade on 36, all’interno del Pudong Shangri-la Hotel, offre ottimi piatti francesi e un’imperdibile vista sul Bund.
Chinoise Story (59 Mao Ming Nan Lu), all’interno del Jin Jiang Hotel, propone una cucina cinese molto raffinata.
M on the bund (5 East Zhongshan No 1 Rd) è il principe dei ristoranti eleganti del Bund. Terrazza incantevole, scorci indimenticabili, offerta gastronomica impeccabile.

PECHINO:
Shopping: 
Musho Boutique (1° piano LG Twins Mall, 1312 Jianguomenwai Dajie) propone capi esclusivi; in particolare cappotti, cappelli, giacche in pelle e gonne.
Ruifuxiang (5 Dashilan Street) é un negozio con oltre cent’anni di attività alle spalle che vanta un’incredibile assortimento di sete di Shandong, broccati, satin e tanti altri tessuti.
COFCO Plaza Shopping Center (8 Jian Guo Men Nei Avenue), molto amato dalle star, é l’indirizzo perfetto per chi vuole esplorare l’universo dell’interior design e degli accessori per la casa.
Hotel: La Opposite House (www.theoppositehouse.com) é un luxury boutique hotel con camere luminose, di design, dotate di ogni confort.
L’Hotel St Regis (www.starwoodhotels.com) si contraddistingue per lo stile raffinato, l’eleganza suprema e la posizione ottimale. Questo indirizzo può essere certamente considerato uno dei migliori della città.
Il Raffles Beijing Hotel (www.raffles.com), ospitato in un edificio del 1900, offre un ambiente maestoso e un servizio impeccabile. La posizione, a soli 10 minuti a piedi dalla Città Proibita, è fantastica.
Food: Quanjude Roast Duck Restaurant (9 Shuaifuyan Hutong) è un ristorante molto comodo per chi è alle prese con lo shopping di questa area commerciale. L’anatra alla pechinese è eccellente.
Alba Café (79 Nanluogu Xiang) è un locale delizioso nel quale poter gustare spuntini, torte fatte in casa, ottimi sandwich.
Courtyard (95 Donghuamen Dajie), vicino all’ingresso orientale della Città Proibita, gode di una posizione incomparabile. La vista e il menu rendono speciale questo ristorante. Sala sigari al piano superiore.

HONG KONG
Shopping: lo shopping a Hong Kong é, per lo più, all’interno di palazzi e mall.
Al Pedder Building (12 Pedder Street) troverete, tra gli altri, Shanghai Tang, un negozio di abiti e accessori cinesi reinterpretati in chiave moderna.
Tappa quasi obbligata, il mall di lusso Ifc (8 Finance Street), nel complesso dell’International Finance Center, all’interno del quale si trovano il Four Seasons, un’ottima libreria e varie sale cinematografiche.
Siete alla ricerca di abiti tailor made? Il Mandarin Oriental ospita A-Man Hing Cheong (5 Connaught Road), sartoria leggendaria, mentre da Sam’s Tailor (Burlington House, 90 Nathan Road) sono passati quasi tutti i presidenti americani e pop star.
Hotel: il Four Seasons (www.fourseasons.com) e il Mandarin Oriental (www.mandarinoriental.com), entrambi tra i migliori indirizzi in città, dominano il Victoria Harbour. Il Peninsula (www.peninsula.com) é una vera istituzione, con un imperdibile appuntamento per il tea time.
Food: il Lung King Heen è l’unico ristorante cinese al mondo premiato con tre stelle Michelin.
Sevva è ristorante, lounge bar, galleria d’arte e punto d’incontro della Hong Kong bene.
Man Wah, all’interno dell’hotel Mandarin Oriental, offre uno dei migliori dim sum cantonesi della città.

Barbara Micheletto Spadini


Potrebbe interessarti anche