Destinazioni

Un assaggio di fughe a spasso per l’Italia

Barbara Micheletto Spadini
5 gennaio 2012

E’ tempo di Epifania, per chi é di ritorno dalla montagna o da una fuga al caldo,  da una capitale europea o da un viaggio oltreoceano, per chi è rimasto a casa per trascorrere le feste con i propri cari…ora è tempo di una mini-fuga, vicina o lontana, nella nostra Italia meravigliosa.
Borghi, piccole città d’arte, mete gourmet o a contatto con la natura. Angoli conosciuti o meno per concedersi l’ultima pausa relax, volendo anche in giornata, prima di iniziare l’anno nuovo.

In Piemonte, Biella ci regala un borgo all’interno della città. Prendendo la funicolare oppure percorrendo le antiche strade acciottolate, si raggiunge il Piazzo, un luogo incantato con case cinquecentesche e palazzi medioevali, piazze, archi e viuzze.
Per una sosta, al bar “La Farmacia” in Piazza Cisterna 2/a ci si può concedere una birra Menabrea prodotta qui.  Per una sosta gourmande e una piacevole lettura “La Civetta” ospita al piano terra un ristorante e al primo piano una libreria (www.lacivettadibiella.it).  Per alloggiare, il Castello la Rocchetta é una struttura ricettiva di grande charme ed eleganza (www.castellolarocchetta.it).

In Valle d’Aosta, Bard , che prende il nome dal famosissimo forte, é un borgo caratteristico per le antiche dimore con fregi in pietra e legno, affreschi, bifore e finestre crociate. Meritano  una menzione la Casa del Vescovo, la casa della Meridiana, Casa Challant, Casa Ciucca (sede di un’enoteca), il Palazzo dei Nicole. Per alloggiare l’Hotel Stendhal vanta una storia che si perde nel tempo ed ospita il Ristorante Henri Beyle che propone saporiti piatti della tradizione valdostana (Piazza Cavour n. 1/3 – Bard).

In Liguria, al confine con la Francia, Apricale é un borgo medioevale protetto dalle Alpi Marittime che colpisce per la scenografia dell’abitato. Composto da una sinuosa cascata di antiche case di pietra, si dispone attorno alla piazzetta principale. Meritano una sosta l’Oratorio di San Bartolomeo, la Chiesa Parrochiale e il Castello della Lucertola, che domina il borgo.
Il Ristorante Apricale propone una cucina del territorio ricca di sapori, profumi e colori (www.ristoranteapricale.it). Per soggiornare, Apricus Locanda dispone di 5 camere con vista bellissima sul paesaggio circostante (www.apricuslocanda.com).

In Umbria, Panicale é un borgo abbarbicato in cima ad una collina, che deve il suo  aspetto alle  origini medioevali  di cui ancora oggi ne conserva tutte le caratteristiche strutturali e architettoniche. Legate quasi tutte alla tradizione contadina, a Panicale vengono organizzate  ogni anno sagre e feste paesane che richiamano i prodotti della terra come l’uva, l’olio, i formaggi e i salumi. Il resort Villa di Monte Solare offre 25 camere confortevole, una Spa e il Ristorante Dolium che propone ricette tipiche della cucina umbro-toscana utilizzando solo ingredienti biologici (www.villamontesolare.com/it).
Il B&B Millesoli MilleSoli é un antico casale del 1647, completamente ristrutturato nel 2008, mantenendo intatte le caratteristiche storiche. Accoglie ospiti nelle tre stanze che portano il nome degli elementi della natura, Acqua, Aria, Fuoco arredate a tema (www.casalemillesoli.it).

Altri borghi d’Italia al prossimo appuntamento con le “idee di viaggio” di Luuk Magazine….

Barbara Micheletto Spadini


Potrebbe interessarti anche