Cultura

Il Balletto del Teatro alla Scala torna in Cina

Benedetta Bossetti
11 settembre 2016

cid_cde2d627-01aa-4050-b33e-afa2f1b8a737station

È stato accolto da applausi scroscianti e un successo di pubblico appassionato: dopo dieci anni dall’ultimo appuntamento il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala porta in Cina a Tianjin, Shanghai e Guangzhou, Giselle, protagonista delle recenti stagioni scaligere in Brasile, Hong Kong e Parigi, e Cello  Suites di Heinz Spoerli, eseguite dal Primo Violoncello scaligero Sandro Laffranchini.

cid_2b1f8e9f-8c78-4ed6-82ec-18c3b73b7cc5station

Quindici recite, per una tournée senza eguali, sponsorizzata da Brembo, che vedranno sul palco Nicoletta Manni, Vittoria Valerio e Lusymay Di Stefano, mentre nel ruolo di Albrecht danzeranno Claudio Coviello, Antonino Sutera e Marco Agostino. Cello Suites vedrà, nei ruoli principali, Claudio Coviello, Antonino Sutera, Nicoletta Manni, Alessandra Vassallo, Mick Zeni, Virna Toppi.

cid_5c083f44-32b8-4c9e-b94a-f5c338001bd0station

Oltre alle rappresentazioni di Balletto, la presenza del Teatro alla Scala in Cina coinvolgerà anche l’Orchestra e il Coro del teatro, che all’Oriental Art Center di Shanghai eseguiranno il Simon Boccanegra di Verdi in forma di concerto e la Nona Sinfonia di Beethoven sotto la direzione di Myung-Whun Chung.

 


Potrebbe interessarti anche