News

Il brunch della domenica? È firmato Four Seasons Hotel Milano

Beatrice Trinci
7 Ottobre 2019

Il Pastry Chef Daniele Bonzi e lo Chef Fabrizio Borraccino

Dopo una lunga e frenetica settimana di lavoro, cosa c’è di meglio che ritrovarsi per uno squisito appuntamento in città? A risvegliare gli stomaci più ghiotti ci pensa il Four Seasons Hotel Milano, che puntuale come ogni autunno torna a servire il suo inconfondibile brunch domenicale.

Fino al prossimo maggio, infatti, la lussuosa struttura situata in pieno Quadrilatero si ritrasforma in un paradiso gastronomico, dove gustare una ricca selezione gourmet di affettati, formaggi, insalate, pesce e arrosti, ma anche deliziosi piatti caldi preparati al momento – il tutto circondati da un’elegante atmosfera di relax immersa nel verde. Una tradizione culinaria di tutto rispetto, ora curata dallo Chef Fabrizio Borraccino, che ha dato libero sfogo alla sua creatività proponendo un menu ricercato e contemporaneo, fatto di prodotti freschi del territorio, sapori mediterranei e influenze internazionali.

E se è vero che il cioccolato è amico del buon umore, i clienti non potranno esimersi dal visitare la famosa “sala delle meraviglie”, meglio conosciuta come Chocolate Room, tutta dedicata a uno degli ingredienti più amati al mondo. Basti pensare che al suo interno ogni elemento, persino le pareti, sono realizzate interamente con il cacao per alzarsi da tavola e avventurarsi nel dolce universo curato dal Pastry Chef Daniele Bonzi, che anche quest’anno ha unito le forze con un brand d’eccellenza come Valrhona.

Ma le novità non sono finite: nell’offerta del Four Seasons non manca nemmeno il gelato. Perciò, se la fame non è ancora passata, preparatevi a soddisfare ogni papilla gustativa con gli incredibili gusti realizzati da Bonzi con ingredienti stagionali e serviti direttamente dall’Ice Cream Trolley. Qualche esempio? Basti citare il Sassy Caramel, con sesamo nero e caramello salato, e il Sweet Heart, un blend di vaniglie di Bora Bora, del Madagascar e di Tahiti. Per un lungo viaggio esotico a portata di coppetta.



Potrebbe interessarti anche