Woman

Il chiodo è il must-have di primavera (da ben 90 anni)

Martina D'Amelio
20 aprile 2018

Da sinistra, il chiodo oggi secondo Saint Laurent, Versace e Balenciaga

Ci sono capi irrinunciabili nel nostro guardaroba, dei quali proprio non riusciamo a fare a meno. Il must-have della bella stagione? Il chiodo, che ci fa compagnia da 90 anni a questa parte. Eppure sa sempre come reinventarsi: e lo fa ancora una volta per la primavera 2018.

Sono lontani i tempi in cui debuttò Perfecto, il primo modello in pelle tutto americano portato alla ribalta da Irving Schott nel 1928. Eppure sembra ieri quando una magrissima Olivia Newton Jhon lo sfoggiava sulla tutina aderente in Grease. Poi Madonna, Courtney Love, fino a Kate Moss negli anni Novanta che abbinava la biker jacket persino al fidanzato di allora Jhonny Depp e Kendall Jenner proprio oggi, che invece al BF preferisce i leggings della palestra. Un’icona per icone, un pezzo nato per vestire con stile ma senza sforzo e lanciare un preciso messaggio: di personalità.

Da sinistra, Kendall Jenner, Olivia Newton Jhon, Kate Moss e i loro chiodi

Che resta prepotente ancora oggi: perché non importa che tu abbia un look casual o romantico, classico o glamour. Il chiodo resta fisso lì, pronto per essere agguantato con l’arrivo del primo raggio di sole quando fa già troppo caldo per il cappotto e non hai ancora deciso su quale trench investire, ma hai ancora i tuoi biker boots invernali a portata di mano.

E per la primavera-estate 2018, in occasione del suo importante compleanno, torna protagonista anche sulle passerelle più blasonate e viene riletto in molteplici vesti, anche se a tutti noi piace soprattutto in versione leather total black. C’è chi punta sul rock&rebel, come Gucci e Miu Miu che lo ricoprono di frange metalliche e borchie. C’è chi lo rende iper sexy, come Moschino che lo taglia crop e aggiunge una nuvola di tulle, e chi lo riprende in chiave vintage come Balenciaga. E poi il chiodo di pietre preziose di Versace o di toppe motorcycle di Saint Laurent.

La biker jacket corre ad alta velocità anche in versione (iper) luxury, in pelle effetto cocco come da Roberto Cavalli, oppure cheap ma con un tocco riconoscibile, come il dettaglio sheep del modello di Mango. Minimal? (Quasi) mai. Perché il chiodo è soprattutto sinonimo di ribellione. Da sempre e per sempre.

Sfoglia la gallery per scoprire i chiodi must-have della primavera-estate 2018:

  • Il chiodo per Moschino è rock-mantic: in tessuto impermeabile, dal taglio cropped ma con uno strascico di tulle black

  • Il modello classico e intramontabile? Lo firma Valentino: il chiodo Rockstud in pelle liscia di vitello è il modello sul quale vale la pena investire

  • Protagonista sulla prima passerella di Roberto Cavalli by Paul Surridge, la biker jacket in pelle effetto coccodrillo offre il giusto mix di tradizione e coolness

  • Nessuno come Saint Laurent ci ha dato lezioni su come indossare il chiodo in chiave sexy. Per la primavera-estate 2018 però la Maison punta sul moto style, con un modello in pelle invecchiata ricoperto da toppe logo. Comunque, affascinante

  • Scollo alla Bardot, fit oversize e linea vintage in chiave Eighties caratterizzano il chiodo in nappa di Balenciaga. Per moderne Olivia

  • Corto, girlie ma ricoperto di borchie: è il chiodo per ragazze punk di Miu Miu. Da indossare con camicie inamidate, mules e pencil skirt, ovviamente

  • Atmosfere da rodeo vintage per la giacca biker di Gucci, con lunghe frange asimmetriche metalliche. Per aggiungere un tocco davvero unico a ogni look

  • I bottoni e le zip dorate a contrasto impreziosiscono il chiodo in pelle nera di Dolce & Gabbana

  • Il messaggio è chiaro: Biker. Il chiodo di Off-White in pelle d’agnello con scritta lettering a contrasto sulla manica è un omaggio a tutte le rider più cool

  • Ecopelle e colletto effetto shearling per la biker jacket low cost di Mango

  • Smanicato per un tocco punk, è il chiodo in pelle firmato Replay


Potrebbe interessarti anche