News

Il Die Fledermaus per la prima volta alla Scala

Cecilia Dardana
21 gennaio 2018

Per la prima volta approda al Teatro alla Scala il Die Fledermaus (Il pipistrello) di Johann Strauss II, opera buffa e titolo amatissimo che, in quasi 150 anni, non era mai stato rappresentato. Il raffinato humor fin de siècle del libretto, dunque, va in scena travolgendo il pubblico scaligero con il tipico brio della musica del “Re dei Valzer”.

E per un esordio così importante, è necessaria una bacchetta prestigiosa: quella di Cornelius Meister, che ha appena diretto questo titolo a Vienna nelle tradizionali recite di fine anno. La regia è invece affidata a Cornelius Obonya, esponente della più illustre dinastia teatrale austriaca, insieme a Carolin Pienkos.

Nel cast non mancano voci importanti come Eva Mei, Peter Sonn, Markus Werba e Giorgio Berrugi, un mix austro-italiano che permette di alternare il cantato in tedesco e i dialoghi recitati in italiano. Nella parte comica del carceriere Frosch ci sarà inoltre un ospite speciale: Paolo Rossi, per la prima volta alla Scala.

Le coreografie saranno firmate dal celebre Heinz Spoerli, che per la Stagione di Balletto porta in questi mesi a Milano anche la sua creazione Goldberg-Variationen.

Gli appassionati (ma non solo) avranno tempo sino all’11 febbraio per essere coinvolti e sorridere da questa brillante commedia degli equivoci.

  • Credit Brescia/Amisano – Teatro alla Scala

  • Credit Brescia/Amisano – Teatro alla Scala

  • Credit Brescia/Amisano – Teatro alla Scala

  • Credit Brescia/Amisano – Teatro alla Scala

  • Credit Brescia/Amisano – Teatro alla Scala

  • Credit Brescia/Amisano – Teatro alla Scala

  • Credit Brescia/Amisano – Teatro alla Scala

  • Credit Brescia/Amisano – Teatro alla Scala

  • Credit Brescia/Amisano – Teatro alla Scala


Potrebbe interessarti anche