News

Il Festival di Coachella può aspettare. Parola di Coronavirus

Martina D'Amelio
12 Marzo 2020

Anche l’evento musicale più glamour – il Festival di Coachella – ripensa le sue date a causa del Coronavirus.

Il famoso appuntamento mondiale che ogni anno riunisce star, fashionisti e festivalgoer è stato posticipato al prossimo autunno, su richiesta delle autorità sanitarie degli Stati Uniti. Il Coachella 2020 slitta infatti a ottobre.

A fronte degli oltre mille casi di contagio negli Usa, l’appuntamento che si tiene solitamente nei due weekend centrali di aprile nella valle di Indio, in California, è stato spostato per motivi di sicurezza. L’evento è stato posticipato ufficialmente nei fine settimana del 9, 10, 11 e 16, 17, 18 ottobre, in seguito ai rumors degli ultimi giorni che davano l’evento già per spacciato, considerata la lunga serie di sfilate e concerti già riprogrammata a causa dell’epidemia.

Dobbiamo purtroppo confermare la riprogrammazione di Coachella a causa delle preoccupazioni per il coronavirus – ha dichiarato Goldenvoice, organizzatore di Coachella – Questa decisione arriva in un momento di incertezza globale, prendiamo molto sul serio la sicurezza e la salute dei nostri ospiti, del personale e della comunità. Invitiamo tutti a seguire le linee guida e i protocolli stabiliti dai funzionari della sanità pubblica”.

Lo spostamento interessa anche Stagecoach, festival dedicato alla musica country organizzato dalla stessa agenzia (che si terrà il 23-26 ottobre anziché il 24-26 aprile). Per chi avesse già acquistato i biglietti di entrambe le manifestazioni per aprile, i ticket resteranno validi anche in ottobre (sarà comunque possibile richiedere il rimborso). Insomma, per festeggiare c’è tempo…