Green

Il futuro del lavoro è Green

Marco Pupeschi
24 agosto 2018

Il futuro del mondo del lavoro in Italia è sempre più Green. Non è solo una speranza, ma sta cominciando ad essere una solida realtà. I dati di ISMEA riguardo al rapporto sulla Competitività dell’agroalimentare Italiano parlano chiaro: settantaduemila sono gli operatori che svolgono la propria attività nel settore delle colture biologiche; quarantamila sono le aziende che si prefiggono di coltivare piante a rischio estinzione.

Il rapporto di ISMEA ci dice anche che l’Italia è al primo posto in Europa per quanto riguarda la sicurezza alimentare. Gli italiani sono disposti a pagare fino al 20% in più i prodotti alimentari in cambio di una maggiore qualità. In altre parole in Italia è la domanda che trascina l’offerta. È lecito attendersi che uno dei campi di maggiore sviluppo a livello lavorativo sarà quello della Green Economy. Come noi la pensa anche l’Università Bicocca di Milano che ha istituito il primo Master in Green Economy. Si chiama “Master in Sostenibilità in diritto, finanza e management” (SiLFiM) e ha come obiettivo quello di formare una nuova classe di manager capaci di dirigere la svolta green delle aziende italiane.

Il corso punta a formare i ragazzi sotto gli aspetti non solo economici ma anche tecnici e giuridici. Il corso avrà il supporto di associazioni del mondo del lavoro come Sodalitas, Andaf, Aiaf, oltre che delle agenzie di rating ambientale e sociale come Vigeo, Eiris e Bureau Veritas. Per il settore industriale parteciperanno Sofidel, Pirelli, Hydac e A2A. Non ci meraviglieremmo se altre imprese dovessero aggiungersi nei prossimi mesi. La durata del corso è annuale e le prima lezioni cominceranno a novembre.


Potrebbe interessarti anche