News

Il Gucci Wooster di New York diventa una libreria

Beatrice Trinci
26 Novembre 2018

Gucci Wooster apre le sue porte a una nuova e coinvolgente esperienza artistica: lo shop inaugurato lo scorso maggio al civico 63 di Wooster Street di New York, nel distretto di Soho, diventa libreria, ospitando migliaia di volumi dedicati all’arte e alla fotografia d’avanguardia.

Sotto la direzione artistica di Alessandro Michele e l’esperienza letteraria di David Strettell, fondatore di Dashwood Books – rinomato negozio di libri a NoHo, specializzato in fotografia contemporanea -, lo spazio comprenderà oltre 2000 volumi, tra libri nuovi, rari o usati, riviste di nicchia dedicate alla moda, al lifestyle, alla cultura giovanile e all’arte in tutte le sue forme. Gli scaffali accoglieranno inoltre un’ampia selezione di opere firmate da illustri personaggi vicini alla Maison, fra cui Petra Collins, Ari Marcopoulos, Martin Parr e la cantante Florence Welch.

Il design del Gucci Wooster Bookstore rispecchia nei suoi tanti aspetti una vera e propria libreria d’altri tempi, con antichi mobili in legno, infinite librerie a muro, un grande leggio e pregiati divani in pelle su cui consultare i volumi preferiti. Un ambiente suggestivo dove un capo bibliotecario e book worms entreranno a far parte dello staff, consigliando e accogliendo i visitatori durante numerosi special events dedicati, come signing session e il lancio di nuovi titoli, dove importanti autori e scrittori emergenti incontreranno il pubblico.

Un luogo ameno per tutti i book lovers, uno spazio dove essere topi da biblioteca non è mai stato così cool.



Potrebbe interessarti anche