Fotografia

Il mondo di Robert Mapplethorpe approda a Roma alla Galleria Corsini

Chiara Di Leva
12 Giugno 2019

Photo Courtesy Alberto Novelli

Nella prestigiosa quadreria settecentesca delle Gallerie Nazionali di Arte Antica – Galleria Corsini di Roma, le opere fotografiche di Robert Mapplethorpe creano un intenso dialogo e allo stesso tempo un confronto anacronistico con la collezione permanente.

Curata da Flaminia Gennari Santori, direttrice delle Gallerie, e organizzata in occasione del trentesimo anniversario della morte del fotografo americano, la mostra “Robert Mapplethorpe. L’obiettivo sensibile” rappresenta un unicum: primo artista contemporaneo ad essere esposto nella Galleria Corsini, Mapplethorpe è qui rappresentato nella sua anima più classica.

Vere e proprie sculture contemporanee, le fotografie di Mapplethorpe scolpiscono la realtà che lo circonda: più di quaranta scatti in bianco e nero, distribuiti nelle sale del museo, creano un gioco di rimandi e di somiglianze con gli ambienti della Galleria e con le opere qui ospitate.

Caratterizzate da uno stile classico e da una decisa composizione euritmica, in cui spiccano “elementi che vanno al di là del suo tempo”, le fotografie di Mapplethorpe fanno così eco alla disposizione rigorosa della quadreria, organizzata  secondo criteri precisi di simmetria, richiamando e invitando lo spettatore a cogliere le possibili assonanze e a creare nuove interpretazioni.

Un esercizio virtuoso, sospeso tra passato e presente.

 

Robert Mapplethorpe. L’obiettivo sensibile
Dal 14 marzo al 30 giugno 2019
Gallerie Nazionali di Arte Antica – Galleria Corsini, Roma
Orari: dal mercoledì al lunedì dalle 8.30 alle 19.00. Chiuso il martedì.



Potrebbe interessarti anche