News

Il nuovo model army di Balmain è… virtuale

Martina D'Amelio
6 settembre 2018

Balmain è da sempre celebre per il suo Balmain Army, composto da una gang di supermodels capitanata dal condottiero Oliver Rousteing. Ma quest’anno è diverso: l’esercito di stile è pronto a reinventarsi… in digitale.

Non più bellezze in carne e ossa del calibro di Kendall Jenner, Doutzen Kroes e Jourdan Dunn, ma piuttosto un esercito virtuale di modelle perfette create appositamente per indossare la collezione autunno-inverno 2018/2019.

Le nuove icone? Si chiamano Margot, Shudu e Zhi I e sono state create dalla fotografa Cameron-James Wilson. L’abbigliamento “stilizzato” firmato Balmain di queste nuove super top è stato realizzato invece da CLO Virtual Fashion, che realizza simulazioni di indumenti iperrealistici in 3D. Shudu (la modella di colore) è già una star: conosciuta come la “prima super modella digitale del mondo“, la sua pagina Instagram ha circa 140.000 follower ed è già stata protagonista di campagne per Fenty Beauty e di servizi editoriali per Women’s Wear Daily e Cosmopolitan.

D’altronde, Rousteing aveva avvisato: nelle fila di Balmain è in corso d’opera una vera e propria rivoluzione digitale. Prima il nuovo e-commerce, affidato al gruppo Yoox Net-a-porter per un completo restyling lo scorso luglio; e il flagship di Milano che ha debuttato all’insegna della realtà aumentata in aprile. E ora la nuova campagna pubblicitaria all’insegna della bellezza artificiale, solo un primo passo verso nuovi orizzonti, anche culturali: l’estetica delle tre virtual top mixa tratti e caratteristiche differenti riconducibili a diverse etnie. Una scelta controcorrente, ma in puro stile Rousteing: ovvero, che fa discutere.


Potrebbe interessarti anche