News

Imitatio Vitae: la mania per l’antico di Gucci racchiusa in un libro

Martina D'Amelio
2 Agosto 2019

© Cameraphoto Arte®, Venezia

Da quando è approdato alla direzione creativa di Gucci, Alessandro Michele non ha mai fatto mistero della sua autentica passione per l’antico. Oggi, questo sentimento che traspare in tutte le sue collezioni moda finisce tra le pagine di un nuovo libro, realizzato a quattro mani con Marina Cicogna.

L’incontro tra il designer romano, celebre anche per il suo impegno nei restauri (basti pensare al progetto di ridare vita alla Rupe Tarpea entro il 2021) e la produttrice cinematografica, sceneggiatrice e fotografa avviene tra gli antichi capitelli marciani di Palazzo Ducale a Venezia: capolavori del Gotico Italiano che, fino alla fine dell’Ottocento, hanno decorato i colonnati del portico e del loggiato.

Il critico d’arte inglese John Ruskin li descriveva come “un corso di storia sacra e naturale” nel suo celebre trattato The Stones of Venice del 1851, proprio perché “potevano essere letti come le pagine di un libro da coloro che abitualmente passeggiavano all’ombra delle arcate”. E che ora, sottratti allora alle ingiurie del tempo, smontati, riposti e obliati per oltre un secolo, diventano protagonisti di una serie d’immagini. Fotografie dell’archivio Cameraphoto Arte scelte proprio da Marina Cicogna, insieme a scatti da lei stessa realizzati, che ci raccontano queste opere ad una ad una e a distanza ravvicinata, quasi come i frame di una sequenza filmica.

© Cameraphoto Arte®, Venezia

Scolpiti da anonimi ma straordinari maestri, i bassorilievi paiono sollevarsi e proiettarsi verso di noi, offrendo spaccati diversi della quotidianità trecentesca, tra colture dei campi e pratiche artigianali, cesti di frutta e animali, putti e scene d’amore, rapporti coniugali e gruppi di famiglia, cosmologia e case astrologiche. Una Venezia straordinaria, di cui i capitelli conservati in qualche interno di Palazzo Ducale rappresentano gli inattesi testimoni. Pietre miliari che mostrano l’inestricabile rapporto che lega l’arte alla vita: riscoperti dopo oltre un secolo dal regista Pier Luigi Pizzi e da lui introdotti a Marina Cicogna, hanno ispirato proprio Imitatio Vitae, sin dal titolo.

È stata la produttrice a scegliere di condividere con “artisti celebri per la loro sensibilità alla creazione della Bellezza” queste immagini, chiedendo loro di contribuire con brevi testi, pensieri, reazioni, riflessioni sul tema. A firmarli sono protagonisti internazionali del cinema, della cultura, dell’arte e del costume contemporaneo come Marina Abramovic, Urbano Barberini, Liliana Cavani, Saverio Costanzo, Paolo Di Paolo, Ginevra Elkann, Rupert Everett, Pierfrancesco Favino, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, Diane von Füstenberg, Valeria Golino, Andrea Griminelli, Salma Hayek, Jeremy Irons, Marie Christine Princess Michael of Kent, Dacia Maraini, Paolo Mereghetti, Alessandro Michele, Franco Nero, Martin Parr, Pier Luigi Pizzi, Vanessa Redgrave, Giuseppe Tornatore, Valentino, Ornella Vanoni, Lina Wertmuller.

Il libro, concepito con la direzione artistico-creativa di Alessandro Michele e prodotto da Gucci in collaborazione con la casa editrice veneziana Marsilio, sarà disponibile in Italia da metà settembre 2019 e all’estero da febbraio 2020. Un oggetto da collezione imperdibile per tutti gli amanti del bello.



Potrebbe interessarti anche