In Iran la polizia dichiara guerra alle Barbie

staff
20 gennaio 2012

La polizia iraniana ha dichiarato guerra alle Barbie: tutti i negozi che vendano clandestinamente la celebre bambola della statunitense Mattel verranno chiusi e la merce confiscata, come riporta l’agenzia di stampa iraniana Mehr.

“L’Iran continuerà nella sua campagna contro le infiltrazioni della permissiva cultura occidentale e in questa nuova fase prenderà di mira le bambole di Barbie” prosegue la Mehr, citando le dichiarazioni di un alto dirigente della polizia iraniana.

La campagna contro le piccole bionde di plastica va avanti in realtà da anni ma i negozi di giocattoli continuano a venderle spesso sottobanco, nonostante le autorità avessero cercato di controbattere creando due “cloni” nazionali, Sara e Dara, per rimpiazzare l’originale.

 

Fonte: TMNews