Gossip

“Inside Out”: l’autobiografia che svela i successi e i demoni di Demi Moore

Beatrice Trinci
25 Aprile 2019

S’intitolerà “Inside Out” il libro autobiografico dove Demi Moore si racconta senza filtri, una testimonianza intima e personale che è “prima di tutto la storia di una donna”.

L’attesissimo testo, che verrà pubblicato negli Stati Uniti il prossimo 24 settembre, si preannuncia così una grande finestra sulla fortunata carriera pluridecennale nel cinema e sulla vita personale, spesso tumultuosa e irrequieta, dell’attrice.

Dai tre divorzi alle spalle – Demi è stata sposata con Freddy Moore (1980-1985), Bruce Willis (1987-2000) e Ashton Kutcher (2005-2013) – ai periodi bui che l’hanno portata alla tossicodipendenza, le vicissitudini pubbliche e private della star di Ghost sembrano vere e proprie montagne russe di emozioni, ora traslate in delicate e sincere parole che, come afferma Jennifer Barth della casa editrice Harper Collins, “lasceranno i lettori sorpresi e commossi”.

“Ci sono momenti nella vita che danno forma a ciò che siamo e alla direzione verso cui andiamo. All’inizio della mia carriera, mi stavo muovendo verso una spirale di autodistruzione completa. Non importava che avessi successo, non mi sentivo mai abbastanza. Ho avuto la possibilità di riprendere la strada giusta prima di distruggere tutto”, ha confessato la Moore alcuni mesi fa, quando è stata premiata come “Woman of the Year” alla 29esima edizione degli Annual Awards al The Peggy Albrecht House.

Insomma, una vita tra alti e bassi che occuperà le pagine di “Inside Out”, veicolando un importante messaggio: non è debole chi commette errori, è debole chi non è in grado di rendersi conto quando è necessario chiedere aiuto e cambiare.



Potrebbe interessarti anche