Travel

Io resto a casa (ma non smetto di viaggiare)

Carla Diamanti
19 Marzo 2020

La mia Postcard di oggi la spedisco dal divano. Come quello di casa vostra, da qualche giorno si è trasformato nella postazione da cui lavorare, leggere, chiacchierare con gli amici in videochiamata, ma anche in una sorta di rampa di lancio da cui raggiungere gli angoli del mondo che vogliamo esplorare.

Probabilmente avrete già scoperto qualcuno dei siti che vi suggerisco per visitare virtualmente le gallerie dei musei più famosi al mondo. Se così fosse, abbiate la pazienza di scorrere la lista e magari troverete qualcosa che non conoscete. Un sito speciale, l’occasione di far scoprire ai vostri bambini scheletri di mammuth e organismi dalle forme strane. Oppure di trasformarvi in direttori di un museo e di allestire la mostra che preferite.

Cliccando sul sito del Cultural Institute di Google avremo la possibilità di avvicinarci alle opere d’arte come non potremmo mai fare dal vivo. Dopo averle osservato bene, potremmo tentare di realizzare noi stessi un’opera d’arte oppure trasformarci in direttori e lanciarci nell’allestimento di una mostra andando sul sito Expopopup che raccoglie le opere di arte contemporanea del FRAC, il museo della regione francese della Nuova Aquitania. Certo, bisogna leggere il francese ma vale la pena di conoscere questa collezione esposta all’interno di un hub creativo nato per accogliere tutte le espressioni culturali, dallo spettacolo ai libri. E poi di questi tempi vuoi non avere il tempo per imparare online una lingua nuova?

Per tornare alle visite virtuali, perché non entrare nei Palazzi romani che normalmente possiamo vedere soltanto dall’esterno? Esploriamo in tutta libertà il Quirinale, Palazzo Madama (sede del Senato), Montecitorio con la Camera dei Deputati, Palazzo Farnese o la splendida sede dell’Ambasciata del Brasile su piazza Navona. E perché non scoprire la casa dei poeti Keats e Shelley?

Se avete voglia di aria aperta, provate a passeggiare nei Mercati di Traiano, fra le rovine del Machu Pichu o di Stonehenge. Oppure sediamoci a contemplare il Taj Mahal o arrampichiamoci fino alla balaustra della Cupola del Duomo di Firenze.

Preferite i musei? Allora non c’è che l’imbarazzo della scelta. Dall’Ara Pacis ai Musei Capitolini o a quelli Vaticani, con la visita virtuale della Cappella Sistina. Di Louvre, British Museum e Metropolitan di New York già saprete tutto, probabilmente. Allora passate ai capolavori della National Gallery of Art di Washington. Non lontano c’è anche lo spettacolare Smithsonian National Museum of Natural History con le sale dei mammiferi, degli insetti e dei dinosauri che piaceranno ai piccoli di casa.

Ma tra le visite più spettacolari che ho trovato online, un posto speciale va alla NASA di Houston: un’esperienza davvero unica!

Non dimentichiamoci delle app: le scaricate sul telefono, vi permettono di tornare più volte nello stesso luogo e poi, non appena saremo di nuovo liberi di viaggiare, potremo usarle anche quando saremo nel sito o nel museo di persona. Provate con Paestum, con la National Gallery di Londra e perché no con il Canadian Museum of Civilization.

Buon viaggio virtuale (per il momento…)!