Lifestyle 2

Isidre Garcìa Puntì: passato e futuro attraverso Barcellona

Alberto Pelucco
27 marzo 2013

È di denuncia il messaggio sotteso agli scatti del fotografo catalano Isidre Garcìa Puntì, esposti alla mostra fotografica BCNPinholeProject, presso la fondazione Obiettivo Reporter dal 20 marzo al 3 aprile.
Protagonista è Barcellona, recente teatro di un’ampia opera di rinnovamento edilizio ed urbanistico, che ha portato alla costruzione di numerosi edifici lussuosi, a scapito degli abitanti meno abbienti, confinati ai margini della loro stessa città. Troppo costoso continuare a vivere nei quartieri d’origine.
Proprio il rapporto abitanti-città è il fulcro del reportage cui il fotografo catalano ha dedicato ben sei anni. Parecchi gli scatti che vedono, in primo piano, un cittadino, una piazzetta tradizionale, una bicicletta, e sullo sfondo gli edifici di ultima generazione.
Un contrasto realizzato con uno strumento singolare, la macchina stenopeica. Tramite un forellino la luce penetra in una piccola scatola di legno proiettando sul lato opposto interno alla scatola l’immagine capovolta di quanto si trova avanti al foro stesso. Più il foro è piccolo, più l’immagine sarà nitida e definita. Tecnica non semplice da padroneggiare, per i non brevi tempi di preparazione e le immagini meno nitide rispetto a quelle realizzate con un obiettivo a lenti.

Non è tuttavia la nitidezza ad essere perseguita dal fotografo. Una città si regge non su palazzi più o meno moderni, ma sul rapporto di empatia che sa instaurare con i suoi abitanti.
Ecco dunque che un sapiente gioco di luci, ombre e colori circonda il volto di uno degli abitanti, sovrastato prepotentemente dall’insegna al neon di un hotel moderno, visto di riflesso, come se si trovasse alle nostre spalle. Per non parlare poi dell’atmosfera quasi futurista dello scatto in cui la normalissima vettura di un cittadino, alla quale è legato un cavallo, contrasta con due palazzi imponenti sullo sfondo. Una silenziosa protesta contro la bizzarra situazione di Barcellona, così affannata nella corsa al progresso, da  trascurare l’amore dei propri abitanti; il tutto attraverso la sovrapposizione e l’affiancamento di scatti che catturano piazze, edifici, strade, quasi a fermare il corso inarrestabile del tempo. Un tempo che sempre più velocemente sta trasformando non solo la fisionomia di Barcellona, ma anche la nostra società, sempre più caotica e oscura, di cui però possiamo cogliere la natura più autentica (in altre parole, la luce) con un’osservazione calma, riflessiva, approfondita, esattamente come un piccolo foro stenopeico cattura la luce dall’esterno per poi imprimerla sulla pellicola, sotto forma di immagine chiara e definita, senza l’artificiosità delle lenti.

Alberto Pelucco

BCNPinholeProject – Isidre Garcìa Puntì
dal 20 marzo al 3 aprile
Galleria Obiettivo Reporter – via Natale Battaglia, 34, 20127 Milano
Web: www.obiettivoreporter.com
Mail: info@obiettivoreporter.org
Tel.: 02 36598010
Orari: dalle 10 alle 18


Potrebbe interessarti anche