News

Jil Sander è guest designer del prossimo Pitti Uomo

Martina D'Amelio
14 Ottobre 2019

Lucie e Luke Meier, i direttori creativi di Jil Sander

Torna dal 7 al 10 gennaio 2020 Pitti Uomo. E iniziano già a circolare indiscrezioni sul calendario, a partire dal primo fashion show previsto per l’edizione numero 97.

A scendere in campo nelle vesti di guest designer sarà Jil Sander, il brand guidato da Lucie e Luke Meier. Un grande ritorno per la label nell’orbita di Onward Luxury Group, che era già stata ospite della fiera del menswear nel giugno 2010, quando era ancora capitanata da Raf Simons. Ora tocca al duo creativo portare in scena a Firenze la collezione uomo autunno-inverno 2019/2020: un appuntamento che si annuncia unico, considerato che gli stilisti hanno preferito spostare la loro sfilata dalla settimana della moda di Parigi direttamente in Fortezza. Il defilé fiorentino sarà il secondo interamente dedicato alle collezioni maschili, dopo il debutto lo scorso gennaio proprio nella Ville Lumiere.

Ancora nulla si sa in merito alla data precisa e alla location scelta per l’evento toscano, ma l’entusiasmo dei due designer è tangibile: “Sfilare a Firenze per Jil Sander è al tempo stesso un onore e una chiusura del cerchio: ci siamo incontrati per la prima volta proprio qui, e non avremmo mai immaginato di tronarci insieme per Pitti Uomo. È un’opportunità davvero speciale e non vediamo l’ora di dare il nostro contributo all’eredità creativa della manifestazione”, hanno commentato i coniugi Meier. Una novità che di certo regalerà una ventata d’aria fresca alla rassegna: “Seguiamo con grande interesse il lavoro di Lucie e Luke – commenta Lapo Cianchi, direttore comunicazione & eventi di Pitti Immaginedove è chiara la ricerca continua di un equilibrio tra il rispetto dei codici minimalisti e la volontà di emozionare, unito a una grande attenzione ai dettagli. Quando parlano delle loro collezioni è come se descrivessero una personalità, una figura complessa e sfaccettata. Il desiderio di creare abiti che durino nel tempo è un approccio che troviamo assolutamente fresco e contemporaneo, e l’evento speciale di Firenze porterà un ulteriore contributo in termini di libertà espressiva”.

Non resta che attendere ulteriori dettagli sull’evento fashion che si preannuncia come uno dei più attesi di Pitti Uomo 97.

 



Potrebbe interessarti anche