Woman

Juicy Couture riparte dalla NYFW (e dalla tuta in ciniglia)

Martina D'Amelio
6 febbraio 2018

Uno scatto della campagna primavera-estate 2018 di Juicy Couture che vede protagonista la giovane modella Thylane Blondeau

Le tute in ciniglia sono pronte a tornare in passerella: l’8 febbraio Juicy Couture ha fatto sapere che prenderà parte alla New York Fashion Week.

Dopo l’acquisizione da parte di ABG nel 2013, il marchio aveva tentato di rilanciare le sue preziose “divise” in velluto, amate negli anni 2000 dalle star e dalle fashioniste. Dopo aver chiuso tutti i monomarca, il brand ha rivisto uno spiraglio grazie alla partnership per la primavera-estate 2017 siglata con Vetements. Sull’onda di un ritorno nostalgico, oggi l’annuncio della prima sfilata newyorkese dopo l’ultima del 2014 vuole porsi come un nuovo capitolo che va ben oltre la celebre tuta da ginnastica, grazie anche all’arrivo lo scorso settembre del nuovo direttore creativo Jamie Mizrahi.

Juicy Couture è sinonimo di sporty chic, un’associazione di idee che è un grande motivo di orgoglio per noi” afferma Mizrahi. “Detto questo, come marchio globale è importante che i consumatori sappiano che offriamo molto di più della tuta in ciniglia“. Ed è proprio questo quello che, promette, vedremo sul catwalk: la sfilata presenterà la Juicy Couture Black Label, che affianca la linea più casual Juicy by Juicy Couture.

La tuta intanto è stata recentemente paparazzata indosso a Rihanna, Kylie Jenner, Selena Gomez, Lady Gaga e altre celebs su Instagram. E chissà mai che presto non ritorni, oltre che a New York, anche nei nostri armadi.


Potrebbe interessarti anche