Cinema

Julian Moore è Gloria Bell nel nuovo film di Sebastiàn Bell

Chiara di Perna
7 Marzo 2019

Gloria Bell è una donna di 50 anni, madre di due figli e con un divorzio alle spalle. Forte e fragile, vivace ed energica, dolce e romantica, un vulcano di donna: così si presenta la protagonista del film di Sebastiàn Lelio, da oggi nelle sale italiane.

La pellicola – di genere drammatico e sentimentale – è il remake americano dell’omonimo film cileno del 2013. La nuova versione vede come protagonista l’attrice Premio Oscar Julianne Moore, che veste perfettamente i panni di Gloria. Tra balli scatenati e notti sfrenate nei diversi club di Los Angeles, Gloria incontra Arnold (John Turturro), uomo affascinante con una storia simile alla sua. Scocca la scintilla: i due si lasciano trasportare dalle emozioni e da un’inaspettata passione che si trasforma ben presto in amore.

L’intera pellicola ruota intorno la figura della Moore, la macchina da presa non perde nemmeno un dettaglio o movimento: tutto è focalizzato sul personaggio di Gloria. Gloria che ritrova se stessa nei continui viaggi in macchina e nei canti a squarciagola. Gloria che si butta a capofitto in una nuova relazione. Gloria che affronta la vita come uno spirito libero.

La scelta di rifare il film, da parte del regista, può essere interpretata quasi come un’evoluzione della trama iniziale: cambiano i luoghi e il tempo della trama, ma non i mood generale, che diventa semplicemente più internazionale. Un aspetto imprescindibile per Lelio, così affezionato alla storia di Gloria, che non ha aspettato troppo per farne un remake.

Tra passi di danza, sguardi ammiccanti, lezioni di yoga e canzoni urlate Gloria Bell entrerà nelle nostre vite, perchè è impossibile non innamorarsi di Gloria e della sua gioia di vivere!

 



Potrebbe interessarti anche