Gossip

Kendall Jenner e l’insicurezza: “Le mie sorelle mi hanno fatto sentire poco sexy”

Beatrice Trinci
18 Aprile 2019

Ricca, bella e famosa. Eppure non è tutto oro ciò che luccica: lo sa bene Kendall Jenner, 23 anni, che nonostante i successi e i riconoscimenti si reputa poco sexy, o meglio, la meno attraente tra le celeberrime sorelle del clan Kardashian.

Un classico esempio di come anche le celeb siano attanagliate da dubbi e insicurezze, proprio come tutti noi. Kendall, richiestissima da tutte le Maison più prestigiose, volto di numerose cover patinate e fashion icon per milioni di fan, di recente ha ammesso di essersi spesso sentita inferiore rispetto a Kim, Khloé, Kourtney e Kylie, soprattutto durante l’adolescenza, uno dei momenti più difficili e confusi da affrontare.

“Le mie sorelle hanno forme più generose delle mie – ha dichiarato Kendall in un’intervista rilasciata al TelegraphHanno un bel seno, io no. Crescendo con questo fisico così esile, le ho sempre guardate pensando: ‘Forse dovrei essere come loro, che sono così sexy?’. Mi sentivo quasi come se non andassi bene, come se fossi sbagliata e mi sono sentita così per un lungo periodo della mia vita”.

Una fase difficile, che però la supermodella ha superato con successo. In fondo è proprio grazie al suo fisico asciutto e slanciato che la giovane star è riuscita a conquistare le passerelle delle più importanti griffe internazionali, facendo del suo sogno nel cassetto – ovvero quello di somigliare a mannequin che hanno fatto la storia della moda come Linda Evangelista, Christy Turlington e Naomi Campbell – la propria quotidianità.

“Crescendo ho capito che sono diversa da loro, così come i miei gusti molto lontani da quelli delle mie sorelle. E va bene così”, ha continuato la Jenner, rivelando che Audrey Hepburn, così minuta ed elegante, è sempre stata per lei un’icona di bellezza.

Una vera lezione di accettazione e amor proprio, insomma, due valori fondamentali nella vita dell’indossatrice, insieme all’empowerment femminile che accomuna tutta la famiglia: “Siamo una piccola tribù femminista, guidata dal lavoro. Lavoriamo tutte duramente. Adoro imparare dalle altre donne, sostenenerci a vicenda. Il mio bene più prezioso sono le relazioni tra donne, che si tratti di amicizia o di famiglia”.

Insomma, la morale che possiamo imparare da Kendall Jenner? Che la diversità è un dono unico, certamente più prezioso di qualsiasi gioiello.



Potrebbe interessarti anche