News

Kim Jones: Louis Vuitton, addio. Pronto per Versace?

Martina D'Amelio
17 gennaio 2018

Dopo 7 anni alla guida del menswear di Louis Vuitton, Kim Jones lascia il proprio ruolo di direttore creativo. L’ultimo saluto? La sfilata autunno-inverno 2018/2019, in calendario domani a Parigi.

Una notizia che non coglie di sorpresa il mondo del fashion system: rumors insistenti infatti davano quasi per certa la dipartita dello stilista inglese. Prima di Louis Vuitton, Jones ha guidato il marchio Dunhill dal 2008 al 2011, e ha lavorato per case di moda del calibro di Alexander McQueen, Mulberry, Hugo Boss.

È stato un enorme privilegio lavorare con Kim”, ha dichiarato Michael Burke, presidente e ceo di Louis Vuitton. “Il suo talento e la sua determinazione hanno permesso a Louis Vuitton di imporsi come marchio di punta nell’abbigliamento maschile di lusso contemporaneo. Gli auguro il meglio per il suo futuro”.

Un futuro che, stando almeno a Wwd, lo vedrà presto impegnato alla direzione stilistica di un’altra Maison: Versace, per la precisione (sempre per l’uomo). Ma c’è anche chi lo vede pronto a prendere il posto di Bailey da Burberry, che lascerà definitivamente il marchio a marzo 2018.

Per ora, ciò che è certo è che Louis Vuitton perde una figura importantissima e rimane senza direttore creativo per il menswear: Jones dal 2011 ha ricoperto un ruolo strategico nell’attrarre un target più giovane e trendy, grazie a collaborazioni e collezioni per lui all’ultimo grido (basti pensare a quella con il marchio Supreme). Non resta che attendere il suo prossimo successo.


Potrebbe interessarti anche