Musica

La Bohème al Teatro alla Scala

Emanuela Beretta
8 ottobre 2012

Bohème, una delle opere più amate di Giacomo Puccini, su libretto di Illica e Giacosa, è uno spettacolo nello spettacolo. Bohème: una storia d’ amore, di vita semplice, di amicizia, di gelosia, di perdono, di morte. Una delle più belle pagine della nostra musica lirica contemporanea che, dopo centosedici anni dalla sua prima rappresentazione al Teatro Regio di Torino, diretta dal giovanissimo Arturo Toscanini,  rimane un’ opera moderna in tutte le sue sfumature.

Lunedì 1 ottobre 2012 terza replica. Mimi, Angela Gheorghiu, tanto attesa dal pubblico,  viene sostituita dalla giovane Mimi, Anita Hartig, 29 anni rumena, un timbro cristallino, una voce vibrante di passione decisamente interessante che  subito conquista il pubblico. La musica,  che incanta e catalizza, è la protagonista, ed  è diretta dal giovane e talentuoso Daniele Rustioni che ha condotto con maturità assoluta e maestria quest’opera senza tempo.

La scenografia, superlativa e meticolosa, di Franco Zeffirelli  (che viene riproposta per la ventesima volta da quella prima del 1963), è ripresa da Marco Gandini.

Uno spettacolo estremamente interessante, qualche riserva su Piotr Beczala. Ottima l’orchestra, il coro e il coro delle voci bianche diretti da Bruno Casoni. Applausi per tutti, soprattutto per la musica, che è magia, e per Mimi, Anita.
Nell’alternanza dei cast troviamo: Rodolfo: Piotr Beczala 10, 19, 22, 24, 26 ottobre e Vittorio Grigolo ( 8, 12 ott.); Mimì: Angela Gheorghiu 8 ottobre, Anna Netrebko 19, 22 ottobre, Maria Agresta ( 24, 26 ott.) e Anita Hartig (10, 12 ott.); Musetta: Ellie Dehn  8, 19, 22 ottobre e Pretty Yende 10, 12, 24, 26 ottobre;  Marcello: Fabio Capitanucci 8, 19, 22 ottobre e Mario Cassi 10, 12, 24, 26 ottobre; Colline: Marco Spotti  8, 19, 22 ottobre e Marco Vinco 10, 12, 24, 26 ottobre; Schaunard: Massimo Cavalletti; Benoît: Domenico Colaianni; Alcindoro: Matteo Peirone.

 

Emanuela Beretta


Potrebbe interessarti anche