Moto

La cavalcata delle crossover

Matteo Giovanni Monti
4 dicembre 2015
Fate spazio all’avventura!

Fate spazio all’avventura!

Grande successo delle crossover nell’intero panorama motociclistico. Sono tante e adottano soluzioni derivanti dalla più rude fuoristrada fino alla più confortevole e raffinata mototurismo da viaggio. Si prestano dunque tanto al più adrenalinico “smanettone” quanto al più pacifico “romanticone”, che preferisce trascorrere il weekend con la sua dolce metà. Questa nuova categoria è in continua crescita ed è caratterizzata dal binomio potenza e tecnologia. Abbiamo avuto modo di vederle da vicino all’Eicma 2015.

Per voi, come sempre, abbiamo scelto il meglio.

 

  • Con la nuova MULTISTRADA 1200 ENDURO nessun terreno sarà più un problema.

MULTISTRADA 1200 ENDURO.
“The wild side of Ducati”. Con questo modello la casa di Borgo Panigale sembra aver battuto qualunque concezione, paradigma e teorema della moto intesa come fuoristrada. Ha creato una possente e muscolosa bicilindrica dal carattere 100% off-road, partendo dalla Multistrada 1200. Testastretta DVT, da 160 Cv e 136 Nm di coppia (non avrete abbastanza fiato per qualunque parola). Asfalto e sterrato sono aggrediti dalla coppia di cerchioni a raggi in lega leggera: anteriore da 19’’ e posteriore da 17”.
Notevoli sia l’elettronica sia la tecnologia, completa più che mai: 4 Riding Mode, controllo di trazione e anti impennata regolabile su 8 livelli. Nuovissimo il sistema VHC (Vehicle Hold Control), che assicura stabilità sulle salite più impervie, così come sulle vecchie mulattiere. Il serbatoio di 30 L garantisce una percorrenza media di 450 Km, diventando così sinonimo di lunghe emozioni. Quest’italiana è nata per godersi a pieno l’Adventure Soul.

  • KTM 1290 Super Duke GT: are you ready to race?

  • Rifiniture, comfort, velocità e performance comandano!

KTM 1290 Super Duke GT.
La casa di Mattighofen rilancia ed eleva alla massima potenza la sua interpretazione di Touring. Noi l’abbiamo rinominata “The Touring Beast”: il motore LC8 di questa ammiraglia, carico di 173 Cv e arrogante di 144 Nm di coppia massima, è una vera “bestia”. Siamo in sella a qualcosa d’infernale, capace di lanciarci a 100 Km/h in 3 s. Grazie ad alcuni sapienti dettagli, come il parabrezza regolabile, le capienti borse laterali, il cruise control e le manopole riscaldate, nel complesso, si viaggia “comodi”. Sostanziosa come sempre, in questo segmento è l’elettronica a fare la differenza, con diverse mappature che agiscono su ABS, controllo di trazione e risposta del gas; novità (e chicca) sono le sospensioni a controllo elettronico all’avantreno. Attenzione però: in soli due minuti smontiamo le borse, settiamo quest’ultimi parametri e ai nostri piedi abbiamo qualunque passo di montagna, subito pronti a percorrere con gomiti larghi e ginocchio a terra. Ktm garantisce dunque divertimento, comfort e sicurezza, per uscite di medio lungo raggio.


Potrebbe interessarti anche