Fitness & Wellness

La dieta post panettone: dieci semplici regole per rimettersi in forma dopo le feste

staff
2 gennaio 2012

Da una giusta colazione a pochi semplici esercizi da fare comodamente in casa: ecco come prepararsi in modo semplice e senza shock al rientro dalle festività.

Molto semplice: preparandosi per tempo al rientro, grazie a quello che possiamo definire ‘l’allenamento post-panettone’. Meglio, dunque, prediligere un allenamento ben strutturato piuttosto che vagheggiare diete impossibili da mettere in pratica proprio in questo periodo dell’anno. Se da un lato è inutile pensare di poter evitare i ricchi pasti di Natale e di Capodanno, quello che possiamo senza dubbio fare è cercare sin da subito di porre rimedio alle abbuffate tipiche delle feste.
Niente paura anche per i più pigri e per i ritardatari: basta seguire alcune semplici indicazioni, meglio se schematizzate in una lista di 10 regole da mettere, però, scrupolosamente in pratica a partire, ad esempio, dal 2 gennaio. Ci sarà concesso solo un piccolo break per assaporare dolci e dolciumi dell’epifania ed arrivare, così, di nuovo in forma per il lunedì successivo.
Ma vediamo in cosa consiste il nostro semplice programma: 10 mosse da mettere in pratica sin da subito, per chi resta in città, o dalla settimana successiva, per chi ha la fortuna di partire per le vacanze. Perfetto anche per chi ha prenotato la settimana bianca e sarà già impegnato sulle piste tra sci e vin brulè. Regola fondamentale: dedicare almeno 30 minuti al giorno al movimento grazie alla camminata a ritmo veloce. A seguire, dopo essersi riscaldati, sdraiarsi sul tappeto ed eseguire 3 serie da 20 ripetizioni di addominali (meglio se semplice crunch), intervallate da un tempo di riposo di 30 secondi ognuna. Dopo gli addominali, per rinforzare anche spalle e pettorali, eseguire 2 serie da 10 ripetizioni di piegamenti sulle braccia (a gambe tese per gli uomini, con le ginocchia appoggiate sul tappeto per le donne). Infine, per rinforzare gli arti inferiori, eseguire 2 serie da 20 di flessioni sulle gambe (meglio se classico squat).
All’allenamento, però, va accompagnata una certa attenzione all’alimentazione. Per iniziare, le nostre 4 giornate di recupero avranno una linea comune: la colazione. Sarà importante dedicare a questo momento della giornata il maggiore apporto nutrizionale rimanendo il più possibile, comunque, lontani dai cibi grassi. Nel corso della giornata ci si potrà concedere diversi spuntini, purché a base di frutta o verdura (anche 3-4 al giorno), senza dimenticare di bere circa 2 litri d’acqua fuori pasto. Dedicato a chi ama assaporare bevande calde, consiglio l’uso di tisane per sgonfiare e purificare l’organismo (betulla, finocchio o fucus).
Infine, sarà fondamentale prendersi cura della propria pelle grazie ai semplici gesti quotidiani che solo una buona crema idratante riesce a dare. Per evitare i noti tempi di assorbimento biblici, meglio puntare su oli essenziali che permettano di associare alle proprietà emollienti degli stessi le piacevoli proprietà dei profumi, la cosiddetta “aromaterapia”.
Ora siete pronti per ricominciare, ma ricordate: alla base di queste regole c’è il desiderio di volersi bene, seppur con disciplina e attenzione, quindi meglio non rinunciare a quella fettina di panettone che, senza dubbio, riesce a gratificare il palato e i sensi come nient’altro.

 

TOP 10 ‘POST-PANETTONE’

30 min di camminata al giorno
Addominali 3 serie da 20
3 serie da 10 di flessioni
Piegamenti sulle braccia 2 serie da 10
Colazione abbondante
Evitare grassi
Frutta e verdura come spuntini
Tisane (finocchio, fucus, betulla)
Bere 2 litri d’acqua al giorno
Creme corpo (olio di mandorle, olio di cocco, olio essenziale di rosmarino)

 

Alessio Rinelli
info@alessiorinelli.it