News

La fotografia di moda di Helmut Newton in mostra a Torino

Martina D'Amelio
3 Febbraio 2020

Una delle campaign di Newton per Thierry Mugler, 1998

“Helmut Newton. Works” è la retrospettiva dedicata al celebre fotografo di moda Helmut Newton, appena approdata a Torino. Ecco perché vale una visita.

L’artista tedesco nato nel 1920 a Berlino non ha di certo bisogno di presentazioni. Il suo obiettivo ha visto avvicendarsi i protagonisti più importanti della moda e non solo, da Andy Warhol a Gianni Agnelli, da Claudia Schiffer a Catherine Deneuve, immortalando i momenti più importanti del costume e della moda. E ora il suo prezioso lavoro approda nella città piemontese, negli spazi della Gam, la Galleria Civica di Arte Moderna e Contemporanea.

Patty Hansen fotografata a Manhattan da Newton nel 1977

L’exhibition, promossa da Fondazione Torino Musei, prodotta da Civita Mostre e Musei con la collaborazione della Helmut Newton Foundation di Berlino, presenta 68 fotografie scattate dagli anni Settanta al 2000, tra moda, ritrattistica ed erotismo, che raccontano la fulgida carriera di Newton, scomparso tragicamente in un incidente stradale nel 2004. E la sua passione per le donne e il corpo femminile.

Gli scatti, selezionati dal curatore Matthias Harder, sono perlopiù in bianco e nero. Nelle 4 sezioni del percorso espositivo si avvicendano le numerosissime copertine di Vogue, firmate dall’artista dagli anni Settanta ai Duemila. E poi i ritratti dei personaggi famosi del Novecento, da Andy Warhol a Paloma Picasso, da Anita Ekberg a Gianfranco Ferrè.

Uno scatto firmato da Helmut Newton per Vogue

A cui seguono le campagne di moda, come i servizi realizzati per Mario Valentino e Thierry Mugler. “La fotografia di Helmut Newton, che abbraccia più di cinque decenni sfugge a qualsiasi classificazione e trascende i generi, apportando eleganza, stile e voyeurismo nella fotografia di moda, esprimendo bellezza e glamour e realizzando un corpus fotografico che continua a essere inimitabile“, spiega Matthias Harder.

La mostra è accompagnata da un volume edito da Taschen: una sorta di catalogo per ricordare l’opera di uno dei più famosi fotografi del Novecento. E l’exhibition di Torino è solo un primo appuntamento in attesa della grande retrospettiva che Berlino dedicherà a Newton nel mese di ottobre 2020 per celebrare il centenario della nascita. E che nel 2022 sbarcherà, prima tappa internazionale, a Milano a Palazzo Reale. Intanto, avete tempo fino al 3 maggio 2020 per organizzare la vostra visita. E ne vale sicuramente la pena.

 



Potrebbe interessarti anche