Lifestyle

La Guccification secondo Alessandro Michele? Parte dalla casa, tra art wall e tech

Clarissa Monti
31 luglio 2018

Il dubbio quando si fa shopping online, soprattutto quando si tratta di arredamento, è spesso l’incertezza di non sapere se un oggetto starà davvero bene nell’ambiente per cui lo abbiamo pensato. Del resto, non tutti hanno un innato occhio da designer.

Lo sa bene Gucci, che ha deciso di sviluppare per la sua app un’innovativa tecnologia che sfrutta la realtà aumentata per rendere gli acquisti in rete non solo più semplici, ma anche più soddisfacenti. Il terreno di prova è stato quello della nuova collezione Gucci Décor, un vero inno al saper fare artigianale e all’ormai inconfondibile impronta estetica di Alessandro Michele.

Basti pensare, ad esempio, ai vasi realizzati in collaborazione con Richard Ginori, con tanto di manici a forma di serpente che, da soli, richiedono fino a cinque ore di lavoro; oppure alla vistosa sedia a baldacchino, ispirata alle sedute dei portinai del XVI secolo, con imbottitura capitonné e cassettone sotto la seduta – 64 ore di manodopera in totale. Non mancano poi tavolini ripiegabili, separé, carte da parati, cuscini ricamati a mano, nuovi servizi di tazze e portacandele con dettagli dipinti e stampe che ci portano subito nel lussureggiante Gucci Garden. Infine candele e incensi dalle note inconfondibili, in cinque fragranze realizzate in esclusiva per la Maison.

Un universo opulento, colorato e di grande carisma che ora possiamo portarci a casa con un click, ma non senza aver prima verificato quale sarà l’effetto finale nel nostro soggiorno o in camera da letto, in giardino o nella villa al mare.

Come? Basta avere su smartphone l’applicazione Gucci, entrare nella sezione dedicata ai complementi d’arredo e agli accessori decorativi per la casa per scegliere quelli che ci piacciono di più: una volta selezionati, sarà possibile posizionarli e integrarli live negli spazi di casa, per vedere il risultato finale su schermo.

  • Gucci art wall a Milano

  • Gucci art wall a New York

  • Gucci art wall a Shanghai

  • Gucci art wall a Londra

  • Gucci art wall a Hong Kong

Come sempre, per il lancio della nuova collezione la griffe ha voluto pensare in grande, rendendola protagonista di una serie di nuovi murales che – come ormai da tradizione – fanno già bella mostra di sé sugli edifici di cinque grandi metropoli.

Questa volta i Gucci art wall sono stati realizzati dall’artista britannico Alex Merry e sono già pronti per essere instagrammati: li trovate in Lafayette Street, nel quartiere di SoHo, a New York; in Largo la Foppa a Milano; appena fuori da Brick Lane a Londra; in D’Aguilar Street ad Hong Kong; e a Fengsheng Li, nel distretto di Jingan, a Shanghai.

 


Potrebbe interessarti anche