News

La Haute Couture di Jean-Paul Gaultier riparte da Sacai

Martina D'Amelio
6 Marzo 2020

Jean-Paul Gaultier e Chitose Abe

Abbiamo ancora tutti in mente l’ultima, epica sfilata di Jean-Paul Gaultier. Uno show d’eccezione al Théâtre du Chatelet per i 50 anni di carriera, che ha segnato l’addio dello stilista alla Couture. Proprio in quell’occasione, a gennaio 2020, aveva promesso che ci sarebbero state presto novità per il brand: eccole.

Il designer francese vara una nuova strategia per la Maison nell’orbita di Puig: ogni stagione inviterà uno stilista diverso a interpretare i codici della label. Non una semplice co-lab, quindi: la prima collezione verrà presentata a luglio, durante la settimana dell’alta moda di Parigi, in calendario dal 5 al 9 del mese per il 2020. Il prescelto? Anzi, la prescelta è Chitose Abe, direttore creativo di Sacai, che realizzerà la linea di Alta Moda Fall 2020.

L’idea di diversi designer che interpretano un marchio di haute couture mi è venuta negli anni Novanta per una casa di alta moda parigina che si è trovata senza un designer. Sono contento che questo concetto diventi ora realtà con Chitose Abe di Sacai come primo designer ospite. Ammiro il suo lavoro, abbiamo molte cose in comune a livello creativo e una visione simile della moda. Sono felice di darle la completa libertà” ha commentato Gaultier. “Adoro la visione che Jean Paul ha della femminilità, nonché la sua originalità, verso cui ho cercato di tendere nel mio lavoro fin dall’inizio. È un vero onore avere l’opportunità di essere custode della sua maison come primo designer di questo progetto”, ha commentato Abe, che ha fondato la sua etichetta nel 1999.

E se l’ultimo evento firmato dallo stilista aveva coinvolto una parata di star, oltre che di abiti eccezionali – da Amanda Lear a Dita Von Teese, da Irina ShaykGigi e Bella Hadid, ora non resta che vedere cosa faranno, uno per uno, i successori dell’enfant terrible.