News

La London Fashion Week scalda i motori tra new entry e defezioni

Flavia Rita Grotta Roldan
14 dicembre 2015

PHOENIX_London_Fashion_Week_Belle_Sauvage_15

Numerose novità per la fashion week londinese che si conferma sempre più un appuntamento imperdibile grazie al giusto connubio tra grandi nomi e designer emergenti.
Nel corso della prossima edizione, in programma dal 19 al 23 febbraio, vedremo il ritorno di Alexander McQueen che abbandona dopo quasi 15 anni – anche se al momento pare solo per questa stagione – le passerelle parigine.
Grande attesa anche per il debutto di Johnny Coca, nuovo direttore artistico di Mulberry, alla sua prima prova in passerella. Il designer spagnolo, ex responsabile degli accessori di Céline, è giunto alla guida del brand britannico dopo un periodo turbolento per la griffe che ha visto l’uscita, dopo sei anni, di Emma Hill.
Ad inaugurare, il prossimo 19 febbraio, la kermesse londinese ci penserà però Charlotte Olympia, che abbandona anch’essa Parigi dove è solita presentare le sue collezioni.
Ma non mancano le note dolenti dovute ad alcune defezioni eccellenti come quelle di Tom Ford, Jonathan Saunders, che ha deciso di chiudere il suo business in seguito ad un periodo di difficoltà finanziarie, e Hunter, che ha dichiarato recentemente di voler orientare i suoi investimenti su eventi in store e partnership con grandi festival musicali.


Potrebbe interessarti anche