Arte

La Maddalena, l’immortalità di una donna a Loreto

Elisa Monetti
17 settembre 2016

53149-36_luca_giordano

Dal 4 settembre all’8 gennaio, la città di Loreto ospita “La Maddalena. Tra peccato e penitenza. Tra Ducccio e Canova”, presso il museo Antico Tesoro della Santa Croce. La mostra indaga la figura di una delle sante più care alla cristianità e le evoluzioni che la sua immagine ha avuto nei secoli, spaziando dall’interpretazione che ne hanno dato diversi artisti.

L’esposizione, curata da Vittorio Sgarbi che ha deciso di esporre alcune delle opere della sua collezione privata, è stata pensata come parte del progetto Grandi Mostre del Giubileo 2016, cui collaborano anche la Conferenza Episcopale Marchigiana, La Prelatura Territoriale della Santa Casa di Loreto, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, l’Anci Marche e il Comune di Loreto, a supporto dell’organizzazione della Fondazione Giovanni Paolo II per la Gioventù e di Artifex.

copertina-carlo-crivelli

Dopo trent’anni dall’ultima mostra interamente dedicatale, la Maddalena torna protagonista, con il suo mistero e le sue contraddizioni. Lo stesso Sgarbi gioca chiamandola Mostra dell’Equivoco, perché in fondo questa è la storia della Santa per come si è tramandata nei secoli: la peccatrice penitente che segue Gesù fino ai piedi della croce e riceve per prima l’annuncio della risurrezione e che, nello stesso tempo, diventa una delle figure più corporee ed emozionali dell’iconografia cristiana.

immagine-2-ignazio-stern

Una donna che è stata sensualità e penitenza, magnificenza e meditazione, che ha attraversato i secoli sfidando tra i più disparati artisti a catturarne l’essenza in una tela. In moltissimi si sono cimentati; tra gli altri Canova che, tanto dedito a immagini e personaggi laici, non ha resistito a voler rappresentare il ravvedimento e la conversione. E ancora Crivelli che già a metà ‘400 dipinge una Maddalena che Sgarbi stesso dice essere Quasi un Klimt.

Una mostra imperdibile in una delle città cuore della cristianità, un invito a conoscere l’evoluzione nei secoli di una figura femminile potente e immortale.

 

La Maddalena. Tra peccato e penitenza. Tra Ducccio e Canova
4 settembre 2016 – 8 gennaio 2017
Museo Antico Tesoro della Santa Croce – Piazza della Madonna 1, Loreto
Orari: lunedì- venerdì 10:00 – 19:00; sabato – domenica 10:00 -20:00


Potrebbe interessarti anche