Arte

La malinconica magia di Federico Fellini : la prima mostra per i 100 anni a Rimini

Elisa Monetti
4 Gennaio 2020

Federico Fellini

A cento anni dalla sua nascita, Rimini celebra uno dei suoi cittadini più illustri: Federico Fellini. Il 2020 sarà costellato di eventi ed iniziative dedicate al famoso regista emiliano, un climax che raggiungerà il suo apice a dicembre, con l’ufficiale inaugurazione del permanente Museo Internazionale Federico Fellini.

Ad inaugurare l’anno un’esposizione davvero di spicco “Fellini 100 Genio immortale. La mostra”, visitabile fino al prossimo 15 marzo nelle sale di Castel Sismondo, antica residenza Malatesta.

La dolce vita, 1960

Di natali riminesi, Fellini impiega qualche anno prima di capire di doversi dedicare unicamente alla sua innata passione per il cinema. Si cimenta con il giornalismo, le vignette e le gag, che gli assicurano sufficiente successo per essere notato e chiamato dal mondo cinematografico ad appena 20 anni: comincerà una storia d’amore che durerà una vita.

La narrazione seguita in mostra è davvero suggestiva in quanto allestita in una cornice scenografica innovativa, che porta lo spettatore a muoversi attraverso “messe in scena” che nulla hanno da invidiare a veri set cinematografici. Protagoniste dell’esposizione, le pellicole che hanno reso Fellini l’indiscusso maestro internazionale che ancora oggi è: da “Amarcord” a “Otto e mezzo”, passando per “Casanova”, “La dolce vita” e “La strada”.

La strada, 1954

Tre sono i capitoli entro cui si snoda il percorso. Si comincia con un racconto dell’Italia, dagli anni Venti-Trenta agli anni Ottanta, attraverso lo sguardo unico di Fellini, quell’occhio magico capace di trasformare la realtà in una fiaba velata di malinconia. Il secondo nucleo è invece dedicato ai compagni di viaggio, reali o immaginari che siano: tutti coloro che hanno accompagnato il regista nella vita e nel lavoro, contribuendo ad arricchire la sua già fervida immaginazione di spunti sempre nuovi, di amicizie e di amori. In conclusione, una sezione dedicata alla presentazione in anteprima del progetto del Museo Internazionale Federico Fellini, prima realtà per dimensioni che sarà interamente dedicata al regista. Esposti in occasione della mostra ci sono anche numerosi oggetti inediti, dalle prime sceneggiature di alcuni capolavori felliniani a disegni e taccuini del maestro. Ricco è anche il materiale documentale raccolto per l’occasione dai numerosi archivi che con gioia hanno dato il loro contributo al progetto. Una retrospettiva imperdibile per (ri)scoprire il genio di un ineguagliato maestro.

 

Fellini 100 Genio immortale. La mostra
14 novembre 2019 – 15 marzo 2020
Castel Sismondo, Piazza Malatesta, Rimini
Orari: da martedì a domenica 10 – 23