La mia ruggente Milano Fashion Week

Eliana Miglio
24 Settembre 2019

Mercoledì sono arrivata a Milano e, dopo alcuni fitting per la Settimana della Moda, ho visitato la meravigliosa mostra “Preraffaeliti – Amore e desiderio” a Palazzo Reale con la mia associazione,  Amichae. L’ho trovata un’esposizione davvero incantevole, capace di mostrare la quintessenza dell’eleganza femminile.

Giovedì invece sono passata da Fratelli Rossetti – il mio brand preferito quando si parla di scarpe basse – e poi ho partecipato alla sfilata di Luisa Beccaria, che si svolgeva nel cortile della Villa Reale e ricreava l’atmosfera del Giardino dei Finzi e Contini. Il clou dell’allestimento? I ragazzi che palleggiavano a tennis su una rete di pizzo molto raffinata. La passerella per l’estate 2020 era interamente sui toni del bianco e dell’azzurro, colore che amo molto: posso dire che avrei ben volentieri indossato quasi tutto.

Con Stephan Gerschel di Pomellato

Venerdì è stata la giornata del Pink Party di Pomellato: La Briciola, storico ristorante milanese, era stato trasformato in un set molto rosa e molto fiorito per festeggiare la nuova collezione Nudo del marchio. Poi ho raggiunto a cena Umberta Gnutti Beretta, Warly Tomei e Paola Manfrin da Armani, per poi ancora proseguire all’Extreme Beauty Party di Vogue Italia, all’interno delle sale di Palazzo Serbelloni – sinceramente non potevamo immaginare quante persone fossero state invitate e siamo state tentate di desistere, ma alla fine ce l’abbiamo fatta e abbiamo potuto ammirare l’allestimento vagamente trasgressivo della serata.

Con Marisa Berenson, Floriana Mentasti, Olivia Valli Collini e Allegra Bossi Pucci

Sabato mi ha stupita con la colazione più bella e divertente di questa MFW: un lunch privato in casa per Marisa Berenson, di passaggio a Milano per partecipare alla sfilata di Etro. Eravamo cinque in tutto, per altro già tutte sue amiche dai tempi del collegio a Firenze; la conversazione è stata molto brillante e ho potuto farmi raccontare molti anedotti sul film “Barry Lyndon” di Stanley Kubrick – fantastico. Poi nel tardo pomeriggio sono andata di corsa dall’adorato Andrea Mondin che fa scarpe veramente “colte” – è senz’altro uno di quei marchi da tenere d’occhio!

Da Laura Biagiotti

Domenica non potevo mancare dalla mia amica Lavinia Biagiotti, che ha fatto sfilare anche la bella Anna Cleveland al Piccolo Teatro. Un piccolo salto per salutare Manuel Bogliolo che si occupa anche di Manuel Ritz – blazer stupendi per tutti i giorni – e poi di corsa di nuovo in treno per raggiungere casa a Roma.

Milano già mi manca!