News

La Perla diventa olandese (a sorpresa)

Carola Ballabio
2 marzo 2018

Uno scatto della campagna autunno-inverno 2017/2018 di La Perla con protagonista Kendall Jenner

La Perla è stata venduta, ma contro ogni aspettativa non ai cinesi di Fosun: è la Holding olandese Sapinda ad aggiudicarsi il 100% delle azioni del brand di lingerie.

L’oggetto degli ultimi rumors (risalenti a dicembre)? Un periodo di esclusiva di 30 giorni per svolgere una due diligence sulla label, al termine del quale si sarebbe dovuto concludere un accordo tra La Perla – nell’orbita della Pacific Global Management (Pgm), la holding di Silvio Scaglia – e il fondo cinese Fosun. Poi il silenzio, fino alla notizia dell’acquisizione di Lanvin da parte del fondo cinese.

Evidentemente l’accordo non ha portato i risultati sperati: il brand di lingerie è quindi stato acquisito dalla holding olandese capitanata da Lars Windhorst, che ha commentato: “Siamo pronti ad investire ulteriormente, a migliorare la posizione finanziaria dell’azienda perseguendo la strategia di crescita intrapresa sino ad oggi: è da tempo che stiamo cercando di investire nel settore del lusso e, dopo aver analizzato una serie di opportunità negli ultimi mesi, siamo soddisfatti di aver raggiunto l’accordo per l’acquisizione di questa eccellenza del Made in Italy”.

Il brand, fondato nel 1954 da Ada Masotti, oggi conta 150 monomarca nel mondo. Silvio Scaglia lo aveva acquisito nel 2013. E ora non resta che attendere per vedere cosa comporterà il nuovo corso estero.


Potrebbe interessarti anche