Cultura

La traviata torna in scena al Teatro alla Scala

Benedetta Bossetti
22 Gennaio 2019

Il Teatro alla Scala riprende in questi giorni una delle opere più rappresentate al mondo: “La Traviata” di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave.

Questa edizione è firmata da Liliana Cavani, le scene sono del premio Oscar Dante Ferretti, sul podio dirige il verdiano Myung-Whun Chung, mentre a marzo vedremo Marco Armiliato.

L’opera prende spunto da La Dame aux Camélias di Alexandre Dumas figlio. Verdi, fortemente colpito dal soggetto, decide di metterla in musica: debutta il 6 marzo del 1853 al Teatro La Fenice di Venezia, ed è un fiasco totale – il libretto è troppo audace per l’epoca. L’autore rielabora il melodramma e lo ripropone a un anno di distanza, il 6 maggio 1854, sempre a Venezia, al Teatro San Benedetto: il successo questa volta sarà clamoroso.

La trama è nota: Violetta è una cortigiana che ama la vita, le feste, essere corteggiata, ma davanti al vero amore per Alfredo si redime. Giorgio Germont, padre di Alfredo, l’accusa di essere interessata al figlio solo per le sue ricchezze. Violetta per dimostrare il contrario rinuncia e, per salvare il giovane innamorato, sacrifica quell’amore impossibile lasciandosi morire.

Vedremo sul palco Marina Rebeka e Sonya Yoncheva nei panni di Violetta, Francesco Meli e Benjamin Bernheim ad alternarsi come Alfredo, Leo Nucci e Plácido Domingo come Giorgio Germont.

Un capolavoro da vedere, rivedere e amare.

 

Ph credits: Brescia/Amisano

 



Potrebbe interessarti anche