Luoghi

Languorino nippo-brasiliano? Ecco 5 temakerie da non perdere a Milano!

Giorgia Giuliano
2 Gennaio 2019

I giapponesi ci mettono il riso, i brasiliani i sapori esotici: culture lontane che più che stringersi la mano si stringono in un roll mentre noi al massimo stringiamo i denti nella speranza che il weekend arrivi in fretta. Fusion è tra le opzioni preferite a cena e da qualche anno Milano non sembra neanche più così grigia –anzi, le luci ultraviolette delle temakerie sembrano attrarre più gente che zanzare.

Ingredienti freschi e colori vivi definiscono un nuovo fabbisogno di leggerezza e di modernità che spesso e volentieri si risolve con un new born nel panorama gastronomico: la novità nippo-brasiliana proviene da sapori già conosciuti e consolidati, che però si scoprono e riscoprono grazie a combinazioni insolite tra espressioni di cucina che a tavola si ritrovano a parlare la stessa lingua.

Quello che piace davvero delle temakerie non è tanto un singolo piatto, angolo o dettaglio, quanto piuttosto il perfetto incastro: è proprio la diversità a portare al cambiamento e questo è un cambiamento che fa senz’altro gola.

Quali sono dunque le migliori temakerie per un break esotico a Milano?

 

Balada Sushi
Vetrine al neon per Balada Sushi che ha aperto ormai da qualche mese: se vi trovate in zona Duomo vi basterà svoltare l’angolo perché il locale si trova nel cuore pulsante della metropoli. La vista però non è sulle guglie ma su un concentrato di verde e di natura in pieno stile brasiliano. Il menù è corposo, originale e mirato: c’è equilibrio tra colore e gusto sia che si scelga uno dei tanti maki in lista (c’è addirittura quello con le fragole) sia che si opti per un Pokè con il salmone, con i gamberi impanati o veggy. Lo chef arriva proprio dal Brasile ed è specializzato in cucina nippo-brasiliana: qualità e attenzione sono assicurati al punto che da Balada Sushi si può prendere posto al tavolo addirittura ad occhi chiusi. Imperdibile la Caipirinha e le torte brasiliane realizzate nel rispetto di una tradizione da noi così lontana e che sono un’esplosione di gusto, ingredienti tropicali ed energia: da provare la torta Prestijio al cocco e la torta di banana.

Via Spadari, 8

Bomaki
Se una mano ha cinque dita Milano ha cinque Bomaki: se la voglia di una fusion nippo-brasiliana vi coglie alla sprovvista in un modo o nell’altro potrà essere in poco tempo soddisfatta. Il successo di un format come Bomaki sta tutto nelle proposte, divertenti e ricercate – ci sono i maki con l’astice e a volte pure quelle dal dettaglio italiano come gli special roll con le scaglie di tartufo. Temaki e uramaki sono divisi in carta in base alle preferenze della clientela: salmone, tonno, branzino e proposte sfiziose. Ma il quid in più di questa consigliatissima tappa sono i burritos preparati con riso, avvolti in fogli di soia e farciti con pollo teryaki, salmone, avocado e tanti altri mix golosi da non perdere. E ancora tartare, sashimi e proposte che includono carne per accontentare proprio tutti. Bomaki è il posto giusto anche per un aperitivo con drink, preparati al momento chiaramente a base di frutta esotica.

Corso Sempione, 10
Largo La Foppa, 1
Via Raffaello Sanzio, 24
Piazza Tre Torri, 1/L
Via Bernardino Corio, 8

Temankinho
Ciò che colpisce di Temakinho è la sua unicità: presente a Milano con quattro locali nelle zone più vocate alla nightlife, ognuno di questi ha la sua personalissima identità nei colori, nella scelta del personale, nell’arredamento e nelle serate con musica dal vivo. Filo conduttore, impronta riconoscibile dei diversi (nel vero senso della parola!) Temakinho è il menu che mette in carta gustosi temaki, uramaki, tartare, carpacci e così via in modo chiaro e ordinato: crude, cotte, scottate o fritte, le proposte sono tutte originali e da condividere sia con gli amici sia tramite un post su Instagram. Interessante il ceviche che Temakinho consiglia in più varianti. Bacchette brandizzate, cerveza o drink esotici per una cena che vi farà di certo scordare di essere a Milano. Gettonatissimi anche i dolci, come la torta cioccolato e cocco o le cheesecake dai gusti tropicali.

Corso Garibaldi, 59
Via Boccaccio, 4
Ripa di Porta Ticinese, 37
Via Guglielmo Marconi, 4

Copacabana Temakeria
Tecnica giapponese, estro brasiliano. Copacabana si colloca tra le temakerie fusion di tutto rispetto a Milano dove ha aperto con due ristoranti. Contrasti che al palato risultano freschi, abbinamenti che osano restando però ben equilibrati grazie alla cura nella loro preparazione e nella selezione delle materie prime, tutte di qualità indiscussa. Il Temaki è il motivo per cui bisogna di sicuro recarsi in questo locale. Il menu propone combinazioni interessanti, così come per i maki e le proposte di pesce crudo: tartare, carpacci e ceviche. Le voci del menù girano tutte intorno a salmone, granchio, tonno e branzino; non mancano però proposte veggy. Da provare la zuppa di miso che va a collocarsi tra le varie entradas e i drink.

Via Cesare Cesariano, 14
Ripa di Porta Ticinese, 3

Zero21 Brazilian Sushi Bar
Fresco proprio come i suoi piatti, Zero21 è nuovo di zecca a Milano e nasce dalla combinazione della tradizione giapponese e brasiliana, certo, ma anche di quattro mani, quelle di due sushiman esperti – uno di loro ha alle spalle anni di esperienza a San Paolo e a Rio de Janeiro. Il design del locale è green e floreale, allegro per una sosta piacevole e di sicuro appagante. Il menu è ricco e in carta Zero21 vi dà la possibilità di scegliere tra tantissime tipologie di tartare tra salmone, tonno e gambero. Non mancano temaki e roll super esotici con mango, banana, mela, fragola, pasta kataifi. Il ristorante propone anche un’ottima tagliata, sì, ma di pesce. Da provare i temaki senza alga, dov’è proprio il pesce ad avvolgere il ripieno.

Corso Garibaldi, 34


Potrebbe interessarti anche