Fotografia

Le meraviglie della natura attraverso l’obiettivo di Stefano Unterthiner

Chiara Di Leva
8 Gennaio 2020

In Valsavarenche, la volpe (Vulpes vulpes) “Rourounette” è accucciata nella vegetazione autunnale. Scomparsa ormai da qualche anno, questa volpe era molto popolare tra i turisti in visita al Parco, e anche facilmente riconoscibile per la coda leggermente ritorta – © Stefano Unterthiner

In Valle d’Aosta, fino al 2 giugno, vengono ospitate all’interno dei suggestivi spazi del Forte di Bard le opere di Stefano Unterthiner. Si tratta degli scatti scelti dai numerosi reportage che il celebre fotografo ha realizzato tra il 2009 e il 2019, su commissione del National Geographic Magazine.

L’immagine del cinopiteco “Troublemaker” realizzata nel 2007 lungo la costa di Tangkoko. Il nome, che letteralmente significa “combina guai”, gli fu dato da alcuni ricercatori per il carattere curioso e particolarmente dispettoso del giovane maschio – © Stefano Unterthiner

Fotografo naturalista ed abituale collaboratore della celebre rivista americana, Unterthiner accompagna i visitatori in un entusiasmante giro del mondo, alla scoperta delle meraviglie dell’universo animale. Sono infatti 77 le immagini in esposizione: suddivise in sezioni, ci raccontano dieci storie diverse realizzate durante i viaggi di Unterthiner, portandoci nel remoto arcipelago di Crozet, in Cile, in Italia, passando per l’Indonesia e le Seychelles fino ad arrivare in Giappone. A completare questa bella rassegna, si aggiunge l’anteprima del progetto “Una famiglia nell’Artico”, una testimonianza del cambiamento climatico, e il documentario da cui prende nome la mostra “Una vita selvaggia”.

Un anziano maschio di varando di Komodo fotografato su una collina di Rinca, prima dell’arrivo di un temporale. Il varano di Komodo è la più grande specie di lucertola vivente: i maschi possono raggiungere i tre metri di lunghezza e pesare fino a ottanta chilogrammi – © Stefano Unterthiner

Una riflessione curiosa e potente sul nostro rapporto con la natura e il mondo animale, un invito a prenderci cura del nostro pianeta e delle specie meravigliose che ospita.

 

On assignement, una vita selvaggia. Fotografie di Stefano Unterthiner
Dal 14 dicembre 2019 al 2 giugno 2020
Forte di Brand, Valle d’Aosta
Orari: da martedì a venerdì dalle 10 alle 17, sabato e domenica dalle 10 alle 18. Chiuso il lunedì.

 



Potrebbe interessarti anche