Auto

Le migliori 10 supercars del 2018

Matteo Giovanni Monti
7 dicembre 2018

Siamo ormai agli sgoccioli e il 2018 è quasi giunto al termine. Anche quest’anno si sono aggiunte nuove ed incredibili creazioni nel panorama delle quattroruote. Con questa gallery, oggi vi presentiamo in ordine crescente la Top Ten delle migliori supercars.

1. PORSCHE 911 GT2 RS CLUBSPORT
Questa è la versione più estrema della 911 più estrema. La GT2 RS Clubsport non è omologata per uso stradale, è l’essenza della pista e del motorsport secondo Porsche. Prodotta in solo 200 unità ed alleggerita fino all’ultimo grammo pesa 1390 kg e regala 700 CV.

2. MCLAREN 600LT
È la versione più sportiva e racing della famiglia (570s, 570GT, 540c) nonché la più potente. Abbonda di fibra di carbonio e materiali avanzatissimi. Offre 600 CV puri, è irresistibile per i leggerissimi sedili a guscio Senna che contribuiscono al peso piuma di 1.247 kg a secco.

3. PORSCHE 911 (992)
Fresca di presentazione mondiale al Los Angeles Auto Show 2018, mantiene tutto sommato le linee di famiglia. Tuttavia, un occhio attento scopre molti dettagli nuovi e diversi come fari, muso anteriore, paraurti posteriore nonché tecnologia tutta aggiornata e strumentazione digitale. Tutti motori sono sovralimentati, con base di partenza a 450 CV.

4. MERCEDES AMG GT R PRO
Questa versione eleva ulteriormente la supercar di Affalterbach già presente nelle versioni GT, GTs e GT R. Ancora più grintosa ha un muso feroce che sembra la bocca di uno squalo. È attraversata nella parte laterale inferiore e superiore da una striscia verde molta accesa, chiaro omaggio al Green Hell sua maestà Nürburgring. Mantiene invece le prestazioni della sorella GT R, con 585 CV e 700 Nm.

5. BUGATTI DIVO
Probabilmente la versione più pazza, selvaggia e costosa (€ 5 milioni) della casa francese per design e forme. Con i suoi “classici” 1.500 CV pare che la sua aerodinamica in curva sia talmente evoluta che offre prestazioni simili alle monoposto da F1. Divo perché omaggia il pilota Albert Albert Eugène Divo, che negli anni ’20 vinse due edizioni consecutive della corsa Targa Florio in Sicilia al volante della Bugatti Type 35.

6. PORSCHE 911 GT3 RS
Scusate se siamo ridondanti se ancora una volta presentiamo un gioiello di Stoccarda. A nostro avviso è la più bella e stupenda Porsche mai realizzata. È un’arma letale in pista, ogni singolo dettaglio è ottimizzato per staccare il miglior tempo possibile. È anche “street legal” nonostante il rombo mostruoso, il rollbar nell’abitacolo e l’estintore. Nonostante gli “appena” 520 CV ha la forza di Hulk.

7. ASTON MARTIN VANTAGE
Si sa che a Gaydon quando si mettono a fare le auto difficilmente sbagliano. Ammettiamo che a causa della tinta giallo-verde fluo perde un po’ il fascino british ma con quel posteriore acquista un’incredibile grinta e forza. Spinta da un V8 Biturbo Mercedes-AMG da 510 CV dà il meglio di sè fra i cordoli come confermato dall’australiano Ricciardo.

8. LAMBORGHINI AVENTADOR SVJ
La più potente Lambo di sempre. Con 770 CV e il sistema di aerodinamica attiva ALA V2 ha decisamente lasciato tutti a bocca asciutta per l’incredibile aderenza e handling. La sigla SVJ sta per Super Veloce Jota. L’allegato J, infatti, nel regolamento della F.I.A. stabilisce le specifiche delle auto da competizione e dai tempi della Miura, Lamborghini ha usato la lettera Jota per identificare i modelli più estremi.

9. FERRARI 488 PISTA
Ecco un’altra regina della motor valley italiana si aggiudica il secondo posto. Con questa versione di 488 Ferrari ha rotto il muro dei 700 CV, dei 721 CV. È incredibilmente efficiente e perfetta, un lavoro maniacale che costa quasi 300.000€.

10. MCLAREN SENNA
Chiude la classifica quest’incredibile supercar. È l’ultimissima novità della casa di Woking ha una valanga di cavalli e pesa poco più di una Twingo: 800 CV e 1198 kg a secco. Ha un’estetica a nostro avviso davvero speciale e fuori dal comune al pari della scelta e coraggio nell’averla chiamata come il grande Ayrton. Le 500 unità prodotte al prezzo di 945.000€ sono andate via come il pane.


Potrebbe interessarti anche