Cultura

L’elisir d’amore va in scena al Teatro alla Scala

Benedetta Bossetti
7 Settembre 2019

“L’elisir d’amore” è il melodramma giocoso di Gaetano Donizetti che torna in scena al Teatro alla Scala dal 10 settembre al 7 ottobre.

La regia è di Grisha Asagaroff, le romantiche scene  sono dell’apprezzato pittore Tullio Pericoli; dirige per la prima volta in teatro il giovane Michele Gamba che fu assistente di Antonio Pappano e Daniel Barenboim.

L’opera andò in scena la prima volta il 12 maggio 1832 a Milano al Teatro della Cannobiana. Il librettista Felice Romani prese spunto dal romanzo “Le Philtre” scritto da Eugène Scribe. La trama racconta le vicende amorose del contadino Nemorino, innamorato di Adina e incapace di dichiararsi. Il giovane ha un rivale, il sergente Belcore, che però ha già svelato i suoi sentimenti ad Adina. Così è facile per l’ingenuo Nemorino farsi raggirare: il ciarlatano Dulcamara, che si finge dottore, gli vende una semplice bottiglia di vino spacciandola per un portentoso elisir d’amore. Si susseguono dunque spassosi e giocosi equivoci che portano all’immancabile lieto fine: il trionfo dell’amore tra i due protagonisti e la soddisfazione di Dulcamara per il successo del suo elisir.

Adina sarà Rosa Feola, una dei giovani soprano tra i più richiesti al mondo. René Barbera vestirà i panni di Nemorino nelle rappresentazioni di settembre, mentre da ottobre la parte sarà sostenuta dalla star Vittorio Grigolo, dal timbro inconfondibile e tra le voci più limpide del bel canto internazionale. Dulcamara è Ambrogio Maestri, uno dei più apprezzati e applauditi baritoni del nostro tempo per la voce, la personalità ed il carisma che porta in scena.

Ph Credits Brescia/Amisano



Potrebbe interessarti anche