News

L’eros si riaccende in cucina… meglio se etnica!

Virginia Francesca Grassi
23 ottobre 2012

Il connubio tra cibo e libido affonda le sue radici nella notte dei tempi.
Lo dicono gli esperti, ce lo confermano le vecchie tradizioni popolari: l’ingrediente fondamentale per risvegliare l’affinità di coppia e il desiderio è lasciarsi trasportare dai piaceri della buona tavola.
Gli ultimi studi ci rivelano infatti che il luogo della seduzione prediletto dagli italiani è proprio la cucina: gioco, complicità, voglia di risvegliare i sensi prendono corpo tra pentole e padelle in una vera e propria cooking therapy, per cui rose profumate, doni costosi e lingerie maliziosa cadono in secondo piano rispetto ai potenziali di un tête à tête tra i fornelli.

Tra le ricette più gradite – al palato e al cuore – compaiono, accanto ai piatti di casa nostra, i sapori voluttuosi della gastronomia giapponese, indiana e messicana. Qualche esempio?
Partiamo senza dubbio dal peperoncino: il suo colore intenso, il gusto esplosivo e le sue proprietà di vasodilatatore lo eleggono a principe delle sostanze stimolanti. Il chili e il chipotle, assieme all’avocado – altra prelibatezza capace di stuzzicare la sfera dell’eros – sono tra gli elementi alla base della gustosa cucina messicana.
Voliamo nel lontano Oriente. L’intensità del wasabi e la dolcezza piccante dello zenzero che accompagnano comunemente sushi e sashimi stuzzicano il desiderio aiutando la circolazione sanguigna.
L’intrigante sapore del curry rende calda l’atmosfera: una cucina indiana speziata è l’ideale per accendere la passione, grazie alla presenza di ingredienti come il pepe, il cardamomo, i chiodi di garofano e i semi verdi di cumino.
Finiamo con il dessert, ma qui è meglio rimanere sul classico: una mousse al cioccolato e peperoncino, accompagnata da fragole, panna e dal brio dello champagne possono diventare il preliminare perfetto per una serata esplosiva.
E qui è proprio il caso di dire che il piacere vien mangiando!

Virginia Grassi


Potrebbe interessarti anche