News

London Fashion Week: tutto quello che ci aspetta

Mia Damiani
13 Febbraio 2020

Il finale della sfilata Burberry SS20

La London Fashion Week scalda i motori: da oggi fino al 18 febbraio, riflettori puntati Oltremanica sulle collezioni autunno inverno 2020/2021.

60 sfilate, 346 eventi in 5 giorni. Questo il programma di un’edizione ricca di novità. A partire dall’arrivo in calendario di Tommy Hilfiger con la collezione primavera estate 2020 uomo e donna e la quarta capsule collection TommyXLewis. L’argomento all’ordine del giorno? La sostenibilità: non solo la limited edition realizzata con il campione di F1 Lewis Hamilton sarà più sostenibile, ma anche l’inizio della LFW sarà caratterizzato da iniziative green, a partire da Mulberry con il progetto circolare Made To Last (14 febbraio) per arrivare alle bag in tela realizzate in collaborazione con BFC e Bags of Ethics da Richard Malone. E poi l’inclusività: tornano le sfilate aperte al pubblico (Temperley London il 15 febbraio e De La Vali il 16 febbraio) e l’iniziativa Positive Fashion, che ha l’obiettivo di aprire la London Fashion Week sempre di più al pubblico dei non addetti ai lavori. Talk, spazi esperienziali e la mostra Positive Fashion Designer Exhibition saranno accessibili a tutti i possessori del ticket, venduto online prima dell’apertura della kermesse alla “modica” cifra di 135 sterline.

Nel calendario diramato da BFC tanti big e nuove proposte: si entra nel vivo il 15 febbraio con il nuovo arrivato Petar Petrov e gli emergenti di Fashion East, seguito da Molly Goddard e Richard Quinn. Domenica 16 febbraio è la giornata di Tommy Hilfiger, ma anche di Victoria BeckhamPreen by Thornton Bregazzi, Roksanda, Simone Rocha e MM6 Maison Margiela, che torna alla LFW. Si continua il 17 febbraio con ErdemJW AndersonChristopher Kane Burberry, mentre si chiude il 18 febbraio con la re-entry di Daks. Chi non ci sarà? Ports 1961, che in questa stagione sfila alla MFW.

La LFW poi sarà teatro dell’assegnazione di due premi prestigiosi: l’International Woolmark Prize 2020 e il Queen Elizabeth II Award for British Design in chiusura della kermesse. Il premio della lana Merino vedrà protagonista il Karl Lagerfeld Award for Innovation, istituito in onore del designer. Chi l’avrebbe detto che il dopo Brexit sarebbe stato così fashion?