News

Louis Vuitton prende il volo a Roma: tutto sulla nuova boutique di Fiumicino

Martina D'Amelio
19 Febbraio 2020

L’ingresso della boutique Louis Vuitton a Fiumicino

Si vola in casa Louis Vuitton. La Maison francese ha appena inaugurato una boutique nell’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci a Fiumicino (Roma). Ecco perché, se siete di passaggio, vale una visita.

Uno spazio da record. Si tratta del più grande negozio Louis Vuitton di questo genere in Europa: lo shop sorge al Terminal T3. Sviluppato su un unico piano, è il primo del marchio a sorgere in un aeroporto italiano e il decimo nel mondo in uno spazio aeroportuale .

Il concept “da viaggio”. La facciata del negozio, completamente ricoperta di schermi, rende omaggio alla capitale e all’Italia grazie a immagini evocative che accolgono i globetrotters. Il concept si ispira al design italiano degli anni ‘50 e la scelta dei materiali è una citazione dell’architettura monumentale della Città Eterna: a partire dall’uso del travertino, esplicito riferimento alle celebri sculture e agli edifici della Capitale. E poi le cinture in vacchetta naturale, che sono state utilizzate per caratterizzare tutti gli elementi del negozio, con esclusive rifiniture che decorano anche la valigeria e i bauli rigidi. Giusto per ricordare come si viaggia con stile.

Questione di altezza. Il soffitto tocca i 13 metri di altezza, e proprio grazie all’ampio respiro degli spazi due aerei “griffati” modello Hughes H-1 Racer eseguono una danza nel vuoto, il primo sospeso sopra lo sguardo dei visitatori, il secondo a 10 metri dal pavimento. L’installazione ribadisce lo stretto legame tra Louis Vuitton e il viaggio, anima della Maison sin dalla sua fondazione oltre 160 anni fa.

Gli interni della boutique Louis Vuitton a Fiumicino

Le collezioni (e i servizi esclusivi). In questo contesto d’eccezione il visitatore scopre il savoir-faire Louis Vuitton attraverso l’offerta completa di pelletteria, articoli da viaggio, tessili, orologi, gioielli, accessori, fragranze, calzature femminili e maschili. Inoltre, i clienti potranno personalizzare i loro articoli in pelle Louis Vuitton preferiti con la stampa a caldo unica a forma di aeroplano, ideata appositamente per il negozio di Fiumicino.

Design ad alta quota. Non è finita qui: una serie di opere dell’artista italiano Edoardo Modenese decora le pareti, insieme all’opera di Russell Frampton, Zubeneschamali Disc. Tra gli arredi, spiccano due versioni in prezioso marmo bianco e nero del tavolo Eros progettato dall’architetto, scultore e designer italiano Angelo Mangiarotti, oltreché il tavolo Reale di Carlo Mollino. All’interno di un contesto cosmopolita come quello dell’aeroporto Leonardo da Vinci, non potevano mancare celebri firme del design internazionale: dalla spagnola Patricia Urquiola alla giapponese Kensaku Oshiko, dal francese Michel Mortier al danese Borge Mogensen.



Potrebbe interessarti anche