News

Louis Vuitton: tutto sul primo ristorante firmato dalla Maison francese

Beatrice Trinci
31 Gennaio 2020

Ottime notizie per i fashion gourmand all’ascolto: Louis Vuitton si prepara ad aprire il suo primo ristorante in Giappone. Un’esperienza coinvolgente e gustosa, in linea con l’obiettivo della Maison di offrire ai clienti una shopping experience sempre più personalizzata e totalizzante.

Se avete già l’acquolina al pensiero di poter sorseggiare un Martini griffato acquistando una Speedy bag siete nel posto giusto: continuate a leggere per conoscere tutto sull’attesissimo ristorante firmato Louis Vuitton.

Dove. Come si legge su Wwd, la casa di moda francese, parte del gruppo Lvmh, inaugurerà il suo primo caffè-ristorante all’interno della nuova boutique di Osaka, la cui apertura è prevista per il prossimo 1 febbraio.

Cosa. Nello specifico, all’ultimo dei quattro piani che andranno a comporre il flagship sorgerà Café V, con un menu gourmet studiato dal famoso chef giapponese Yosuke Suga. Ristorante raffinato, elegante e contemporaneo, cui saranno accostati un colorato bar con grande terrazza e un’area riservata, Sugalabo V, una succursale dello storico ristorante di Tokyo, che servirà la cena esclusivamente a pochissimi fortunati.

Quando. Nonostante ci dividano ormai solo poche ore dall’inaugurazione dello store, globetrotter e fashionisti tra i più golosi – e curiosi – dovranno attendere fino al 15 febbraio, giorno in cui Café V e Sugalabo V daranno il via… al servizio!

La moda del gusto. Il connubio tra food e fashion non conosce battute d’arresto. Non a caso, sono innumerevoli gli esempi di Maison che si lanciano nella ristorazione, mettendo momentaneamente da parte ago e filo per offrire spazi ricercati e creativi dove apprezzare il lato più gustoso della moda. Dal verde brillante della Gucci Osteria da Massimo Bottura a Firenze, all’ode mediterranea di Jacquemus, che a Parigi, nella cornice delle Galeries Lafayette, ha portato la sua Provenza con Oursin e Citron. Dal ristorante Torre di Miuccia, all’interno della Fondazione Prada di Milano, ai più recenti corner effimeri made in UK, con il department store di Harrods che si appresta a duplicare il successo avuto la scorsa estate con il Fendi Café, invitando appassionati e curiosi – o solo golosi – a una colazione… da Tiffany.

 

 



Potrebbe interessarti anche